Business Online Produttività

Se non usi questi 15 strumenti, non sei un marketer!

Parliamoci chiaro, se vuoi diventare un marketer devi munirti degli strumenti giusti che ti permetteranno di eseguire le task in modo professionale. Qui di seguito troverai gli strumenti di cui non poter fare a meno e perchè.

Un Marketer senza gli strumenti giusti è come una macchina senza benzina. E’ fermo.

Proprio così, puoi aver studiato tutte le tecniche più prestigiose per lanciare un progetto online ma per diventare un marketer ci sono alcuni strumenti che sono proprio un must.

Senza di questi, rischieresti di  bloccarti in questa professione.

Sono i mezzi con i quali raggiungerai i tuoi potenziali clienti e i partner ed è indispensabile conoscerli perfettamente e saperli padroneggiare con dimestichezza.

Non preoccuparti se alcuni di questi non li hai mai utilizzati.

Molti compiti del marketer sono difficili prima che diventino facili, è uno step obbligato e necessario da cui dovrai passare per diventare un marketer affermato.

Ora non ci resta che illustrare tutti i 15 strumenti che dovrai assicurarti di conoscere come le tue tasche per navigare a vele spiegate nel marketing online.

1) Gmail

La posta elettronica di Google è in assoluto la migliore che tu possa scegliere di usare.

Non è solo una mail, con l’account Gmail hai la possibilità di accedere ai tantissimi prodotti che Google ti mette a disposizione per ottimizzare il tuo lavoro.
Per questo motivo è la casella mail più funzionale per un marketer e sì, se al momento usi un altro email provider, non sei ancora un marketer.

Vediamo insieme perchè:

  1. Ti offre gratuitamente 10 GB di spazio di archiviazione che è una quantità enorme per gestire le tue mail, nell’eventualità potrai anche espandere questo spazio con le Google Apps.
  2. Per ovviare al fatto che non è possibile allegare file di dimensioni maggiori di 25 MB per qualsiasi casella mail, potrai utilizzare Google Drive per condividere tutti i documenti, fino a 10 GB per documento, e in tempo reale con il tuo team e i tuoi partner.
  3. Google riesce ad identificare tramite le tue abitudini la posta indesiderata e a spostarla così direttamente nella cartella spam, per questo è considerata la migliore casella elettronica per smistare e riconoscere lo spam in arrivo.
  4. Puoi gestire il tuo calendario grazie a Google Calendar e puoi condividerlo con gli utenti che selezioni. Questo ti aiuterà a gestire al meglio il tuo tempo e i tuoi appuntamenti.
  5. Puoi chattare con i tuoi contatti e fare videoconferenze. Questo può rivelarsi molto utile per comunicare con i tuoi contatti velocemente.
  6. Hai la possibilità di utilizzare Hangout, con il quale puoi organizzare una video conferenza e interagire con i partecipanti.
  7. Entrerai direttamente a far parte del social network Google Plus dove potrai condividere i tuoi post e crearti una cerchia di contatti. Anche se non è un social molto utilizzato in Italia, è un prodotto Google, il quale apprezza la propria iscrizione dando in cambio una migliore indicizzazione.
  8. Puoi gestire le tue email con le tab, le etichette e i filtri.
  9. Puoi utilizzare più indirizzi email con un unico login.
  10. Puoi espandere le funzionalità di Gmail con migliaia di addon gratuiti e a pagamento (fino a farlo diventare un potentissimo strumento di marketing).
Lettura correlata:
8 modi per aumentare le vendite con i Social Media

2) Excel

Excel 3

Uno strumento indispensabile per ogni marketer.

La gestione dei tuoi fogli di calcolo elettronici dovrà essere tenuta sotto controllo e sempre monitorata grazie a Excel.

Quando esaminerai le parole chiave su Google Adwords e avrai bisogno di analizzare i dati trovati, filtrarli e via dicendo, con Excel potrai con pochi click organizzarle al meglio e operare su altre task indispensabili per organizzare il lavoro.

Questa è un operazione che senza uno strumento come Excel ti toglierebbe giorni e giorni di lavoro, e per la verità, sarebbe un’operazione veramente impensabile da fare a mano 🙂 .

Offre potenzialità infinite a chiunque si accinga ad utilizzarlo molto.

3) Camtasia

Camtasia

E’ lo strumento che ti permette di registrare video e tutorial. Puoi registrare direttamente lo schermo del tuo pc, evidenziando i movimenti del tuo mouse per poter guidare l’utente con le tue operazioni.

Questo software ti consente di registrare la tua voce per spiegare ciò che stai facendo, o aggiungere un file audio. E’ molto facile e intuitivo da utilizzare e assolutamente necessario per ampliare la trasmissione delle tue competenze anche tramite il canale dei video.

Comunicare attraverso un video è il modo più semplice per abbattere le barriere di comunicazione che si possono creare virtualmente.

Un video, avvicina te al destinatario e crea fiducia, come abbiamo ampiamente dimostrato in Video Explosion.

Produrre video spontanei e utili ti permette di comunicare con chi ti sta ascoltando in un modo molto più incisivo di quello che può fare la lettura di un articolo.

In più, in alcuni casi, permette di dare un aiuto concreto al soggetto che sta cercando una soluzione ad un problema.

Fare screencast può essere più o meno utile a seconda del mercato di riferimento, ma in ogni settore abbiano verificato che prima o poi, uno screencast può essere molto utile se non addirittura indispensabile.

Se vuoi iniziare a fare video, questo articolo ti sarà molto molto utile.

4) Power Point

E’ l’applicazione che ti permette di creare presentazioni ed esporre quindi il tuo progetto.

Nella tua carriera di Marketer questo strumento ti aiuterà anche quando dovrai creare il tuo infoprodotto o videocorso.

Le slide, che organizzerai tramite questo strumento, potranno contenere immagini, grafici e audio ed in un video sono il miglior modo per trasmettere nozioni teoriche e addirittura pratiche.

Potrai selezionare diversi layout di pagina e scegliere tra le transizioni a disposizione per animare la tua presentazione e renderla più dinamica.

5) Autoresponder

E’ il software per fare Email Marketing e gestire l’invio di massa.

Come diceva qualcuno “I soldi sono nella lista” e crearla è sicuramente uno degli obiettivi più importanti di un Internet Marketer ma, ancora più importante, è gestirla.

Oltre a inviare quantità elevate di mail l’autoresponder ti permette di creare i FollowUp, predisporre quindi dei contenuti con un alto valore aggiunto destinati ad un target selezionato.

Lettura correlata:
Guida definitiva per creare video corsi che vendono

Occorre studiare ed analizzare attentamente la sequenza di mail da inviare che avrà lo scopo di rafforzare la propria awareness e coltivare il proprio rapporto con l’utente oltre al fare lead nurturing oggi indispensabile.

In ogni mail dovrà essere presente la call to action per portare il tuo lettore ad eseguire un’azione e coltivando così il tuo rapporto con lui.

I migliori autorisponditori che consiglio sono Aweber e Mailchimp.

Sono entrambi molto immediati e lampanti e soprattutto la reputazione dei loro server sugli email provider è quasi impeccabile.

Se vuoi gestire al meglio il tuo email marketing, puoi dare uno sguardo a questo, questo e quest’altro articolo.

6) YouTube

E’ diventato il secondo motore di ricerca subito dopo Google.

Avere un canale youtube permette di effettuare e condividere video, che hanno un compito molto importante nella comunicazione virtuale: avvicinare l’utente.

Questo è possibile se si comunicano concetti chiari e semplici in grado di aiutare l’ascoltatore, registrare un video spontaneo e frizzante ti permetterà di creare empatia con il tuo interlocutore più facilmente e acquisire fiducia.

Questo strumento potrebbe darti grosse opportunità per far conoscere la tua attività e per diventare un punto di riferimento del tuo settore.

E’ un canale di comunicazione audiovisiva che ha ancora possibilità enormi di crescita. Sopratutto nel nostro paese, perchè non ancora utilizzato in maniera efficace e produttiva.

7) WordPress

Il CMS leader nella creazione di siti web.

WordPress ci permette di semplificare i processi per costruire un sito web, senza dover ricorrere all’antico html e css con il quale ci vorrebbero giorni e giorni.

Ha un’interfaccia semplice da usare e molto intuitiva. Potrai creare più account per dare in gestione alcune task ai tuoi collaboratori o soci.

Inoltre se vuoi avere un’arma potentissima per la creazione e gestione delle tue landing page ti consiglio di acquistare il plugin OptimizePress che aggiunto a WordPress ti aiuta enormemente in questa task.

Con WordPress hai la possibilità di istallare moltissimi plugin disponibili anche gratuitamente che ti permetteranno di gestire l’efficacia del tuo sito a livello di marketing e di Business.

8) Facebook Ads

Facebook conta ad oggi più di 1 miliardo di profili. E’ la seconda nazione dopo la Cina.

Questo dato può dimostrare l’enorme potenzialità nell’effettuare una campagna Facebook Ads. Le campagne a pagamento Facebook Ads offrono la possibilità di targhetizzare in maniera molto specifica il proprio annuncio.

Potrai scegliere il sesso, gli interessi, la posizione geografica.

Sono uno strumento molto importante per essere individuati dal nostro cliente ideale e hai la possibilità di sponsorizzare:

  • una pagina facebook
  • una landing page
  • un annuncio specifico
  • un’app
  • un video

9) Google Adwords

L’oro colato per un marketer.

E’ l’applicazione che ti permette di pagare Google per farti pubblicità utilizzando le parole chiavi con le quali vieni cercato. Ma non solo, ti offre gratuitamente l’accesso a uno strumento di cui non puoi fare a meno: il Keyword Planner (pianificatore delle parole chiave).

Lettura correlata:
11 modi per attivare gli utenti

Questo strumento ti permette di analizzare le parole chiave inerenti al tuo settore.

Oggi occorre affiancare anche altri strumenti per valutare su quali parole chiave occorre posizionarsi con l’obiettivo di essere trovati.

Ti consente di effettuare campagne a pagamento immediatamente visibili  nelle Serp di Google, nel caso in cui il tuo contenuto venga riconosciuto come di valore e attinente a quanto ricercato.

Bisogna fare un grosso lavoro di immedesimazione per poter comprendere a pieno le potenzialità di una parola chiave piuttosto che un’altra.

Una volta identificata però, potrai considerarti sul binario giusto per proseguire con il tuo lavoro.

Qui trovi un articolo abbastanza avanzato su Google Adwords se ti fa piacere approfondire l’argomento.

10) Xmind o similari

mappe mentali

Xmind è uno dei programmi in grado di ideare e costruire mappe mentali.

Nella carriera di un marketer è fondamentale procedere step by step avendo sempre bene in chiaro cosa dover fare e come raggiungere lo step successivo.

Questo è possibile creando una mappa mentale.

E’ un metodo molto valido non solo per il marketer ma anche per aiutare i partner ad avere una visione più concreta e strutturata del business.

La mappa mentale ha la capacità di far leva sulle risorse mentali e sulla creatività di cui siamo in possesso.

E’ l’unico modo per realizzare graficamente i pensieri creativi e dare un supporto all’elaborazione dei pensieri di un marketer. E’ un metodo molto pratico per dare un senso logico alle proprie idee e “trasferire su carta” i brainstorming fatti con lo staff e i soci.

Per un marketer è uno degli strumenti necessari per perseguire gli obiettivi prefissati e non perdere la direzione data al proprio business.

11) Skype

Il profilo su Skype è d’obbligo per tenersi in contatto con il mondo, ma in realtà è molto usato anche fra persone della stessa città. E’ molto utile perchè ti permette di effettuare una videochiamata e di condividere il tuo schermo per mostrare i tuoi lavori direttamente sul pc.

Questo strumento ti permette di lavorare da tutto il mondo e con chiunque.

Per un marketer, Skype può rivelarsi indispensabile per gestire e facilitare l’outsourcing (esternalizzazione) e poterti avvalere così di risorse competenti che lavorano come freelance.

Se vuoi diventare un marketer arriverà presto per te il momento in cui ti accorgerai di non poter gestire tutte le task necessarie e dovrai decidere di delegarne alcune all’esterno.

L’arte della delega ti permette di ottimizzare il tuo tempo e riservare la tua attenzione e le tue preziose energie a tutto quello che senza di te non potrebbe andare avanti.

Tutto il resto potrai automizzarlo.

Dovrai farlo per preservare tutte le task più importanti che necessitano del tuo potere decisionale.

Skype è uno strumento indispensabile per poter gestire questa parte del lavoro che ti permetterà efficacemente di ottenere più risultati in meno tempo.

12) Word o OpenOffice

Indispensabile per scrivere i tuoi contenuti.

Lettura correlata:
Information Business: 6 ragioni sul perchè creare il tuo

Word è il programma di scrittura prodotto da Microsoft, al contrario OpenOffice è rilasciato da una licenza libera per cui consente la distribuzione gratuita.

Entrambi sono molto efficienti per scrivere i tuoi contenuti, organizzarli e formattarli.

Vuoi o non vuoi, i contenuti fanno parte del gioco e occorre avere uno strumento comodo e facile da usare per scriverli al meglio.

Gli autori solitamente usano strumenti più avanzati come Scrivener ma dipende anche da cosa vuoi scrivere :). Se stai per scrivere un articolo sul tuo blog, sarebbe ottimo anche scriverlo direttamente su WordPress in modalità “anti distrazione”.

13) Filezilla

E’ il software che ti permette di caricare file  via ftp, ovvero la connessione con il server che ospita il tuo sito web.

Ti permette di trasferire i file del tuo computer sul tuo hosting. E’ semplice da usare e gratis.

Per quanto un Marketer possa collaborare con un tecnico (un programmatore) ci sono cose che deve necessariamente sapere.

Fare l’upload di un plugin o di un semplice file appena modificato, sono nozioni basilari che non dovrebbero richiedere l’intervento di un tecnico.

14) Cpanel

 

bluehost-cpanel-wordpress

E’ il pannello di controllo per gestire il tuo sito web.

E’ possibile utilizzarlo accedendo con i dati che ti fornisce il tuo hosting.
Ti permette di creare e gestire gli indirizzi di posta, creare sottodomini, gestire database e molto altro ancora.

Anche in questo caso, il Cpanel è uno strumento che ti facilita la vita e ti evita di chiamare un tecnico ad ogni virgola.

Come abbiamo detto anche qui, un hosting per un marketer DEVE offrire un Cpanel.

Un altro motivo molto vantaggioso per cui utilizzare questo pannello è perchè ti permette di istallare automaticamente wordpress e risparmiare così molti passaggi macchinosi.

15) Mac

Un marketer non è e non dovrebbe MAI diventare un tecnico.

Per definizione marketer significa venditore, ovvero colui che è in grado di vendere prodotti o servizi sul mercato.

Questa definizione mi permette di spiegare facilmente perché un marketer non deve perdere il proprio prezioso tempo guardando il proprio pc per due ore nell’attesa di un aggiornamento di Windows…

Un Mac è semplicemente produttivo. Ci evita decine se non centinaia di problemi tecnici e ci permette (realmente) di lavorare.

Se vuoi diventare un marketer professionista, questo è uno dei primi strumenti di cui dovrai fornirti.

Abbiamo già condiviso le nostre ragioni sul perché un Mac deve essere la scelta di un marketer, per quanto possa essere un argomento molto discusso, occorre guardarlo dalla tua personale angolatura.

Se vuoi approfondire ancora di più l’argomento “Tool per un Marketer” scarica I.M. TOOLBOX la cassetta degli attrezzi degli internet marketer.

Ora la parola passa a te, c’è qualche altro strumento con il quale hai aumentato le performance del tuo lavoro e che ti senti di consigliare?

Scrivilo qui sotto nei commenti! 😉

L'autore del post

Carlotta Bruno

Nata venditrice e grazie alla sua passione, determinazione e ad un percorso di auto-formazione diventa web marketer. Oggi si occupa di pianificare la strategia seo e di content marketing dei propri clienti. 

Lascia un commento

8 commenti

  • Ciao @stefandesgroup:disqus io, invece di Camtasia uso Screenflow e come autorisponditore Getresponse. Che ne pensi?

  • Ciao @stefandesgroup:disqus io invece di Camtasia uso Screenflow e come autorisponditore Getresponse. Che ne pensi?

    • Screenflow è ottimo, molto simile a Camtasia.
      GetResponse ha avuto grossi problemi di deliverability anche se è un ottimo software, non l’ho provato recentemente e non posso dirti se hanno risolto questi problemi, se hai notato basse percentuali di apertura e click, probabilmente è per colpa sua.

  • Non sono d’accordo con il punto 15: MAC. Molto meglio Linux perché costa un terzo ed è al pari del MAC se non addirittura meglio!