Business Online

Squeeze page: 6 strategie killer per incrementare le conversioni (+ esempi)

Le squeeze page sono le specifiche pagine di un sito web attraverso le quali le aziende raccolgono dati importanti ai fini del marketing dei propri utenti, come ad esempio:

  • Nome e cognome
  • L’indirizzo email
  • Il numero di telefono

Nel digital marketing, l’obiettivo di questa raccolta di informazioni è quello di ottenere dati di utenti che hanno mostrato un certo interesse verso un argomento, un servizio o un prodotto che l’azienda poi venderà.

In questo modo è possibile eseguire dei follow up, solitamente sequenze di email automatizzate o SMS, che rendano il cliente potenziale più informato sui benefici e vantaggi di un determinato servizio, preparandolo così alla vendita.

Esempi di squeeze page efficaci

Backlinko

Squeeze page: Backlinko

Digital Marketer

Digital Marketer

LeadsBridge

Squeeze page: LeadsBridge

Ramit Sethi

Ramit Sethi

Hubspot

Squeeze page: Hubspot

I migliori software per creare una squeeze page

Di strumenti per la creazione di squeeze page efficaci, se ne trovano a decine online.

Alcuni di questi compiono varie funzioni aggiuntive oltre a quelle di creare le squeeze page, come ad esempio la realizzazione di landing page, di form e molto altro.

È quindi consigliabile scegliere di affidarsi ad un tool con molteplici funzioni, in modo da ottimizzare il proprio tempo, evitare di impazzire inutilmente saltando da un tool all’altro ed evitare di alleggerire senza senso il proprio portafogli. 

Ecco alcuni programmi tra cui è possibile scegliere.

Instapage

Instapage

Instapage è una piattaforma che consente alle aziende di creare squeeze page, campagne pubblicitarie altamente efficaci e pagine di destinazione per aumentare il traffico, ottenere un migliore coinvolgimento degli utenti e incrementare le vendite.

Inoltre, le funzionalità di Instapage consentono alle aziende di automatizzare i processi pubblicitari al fine di ottenere conversioni migliori.

ClickFunnels

Squeeze page: ClickFunnels

ClickFunnels è uno strumento che consente di creare canalizzazioni di vendita con la semplicità e l’efficacia che pochi altri servizi online possono offrire. 

Questo strumento semplifica il marketing, la vendita e la consegna online dei loro prodotti e servizi fornendo agli utenti opzioni di canalizzazione predefinite per una specifica azienda, prodotto o servizio.

Bisogna ricordare che, essendo ClickFunnels un programma professionale, ha dei costi piuttosto alti.

Lettura correlata:
11 modi per attivare gli utenti

LeadPages

Leadpages

LeadPages è un tool creato per la generazione di lead.

Questo strumento ad ai suoi utenti la possibilità di pubblicare squeeze page e landing page all’avanguardia e indirizzare il traffico di clienti latenti verso la propria attività.

Avere una landing page perfetta è una necessità in quanto è la prima cosa che un cliente nota quando visita il sito Web di un’azienda.

Pagewiz

Squeeze page: Pagewiz

Pagewiz è un landing page builder utilizzato da piccole e medie imprese, agenzie di marketing e affiliati. 

Questo tool offre modelli e strumenti specifici del settore e consente agli utenti di progettare e pubblicare ottime landing page in pochi minuti attraverso i modelli professionali. 

Wishpond

Wishpond

Wishpond è un software professionale attraverso il quale è possibile attirare visitatori costruendo e pubblicando squeeze page e pagine di destinazione accattivanti e convertendoli in contatti. 

Il tutto attraverso una varietà di strumenti che Wishpond offre ai suoi utenti, ma anche attraverso utili integrazioni di terze parti, tra cui: Salesforce, MailChimp, GetResponse, e molti altri.

Elementor

Squeeze page: Elementor

Elementor è un generatore di pagine WordPress gratuito, che consente di creare siti Web WordPress in un modo semplice e rapido ed intuitivo.

Cosa contraddistingue Elementor?

La differenza fondamentale è che si può raggiungere un alto livello di progettazione, mentre si progetta dal vivo e sul frontend del proprio sito.

Optimizepress

Optimizepress

OptimizePress è uno strumento web intuitivo per privati ​​e aziende che consente di creare landing page e squeeze page ad alta conversione, portali di appartenenza sicuri, pagine di vendita e molto altro.

Consente di creare praticamente qualsiasi tipo di pagina in WordPress, comprese pagine di vendita e marketing, corsi, registrazione di webinar e versioni ottimizzate per dispositivi mobili di tutte le pagine.

Unbounce

Squeeze page: Unbounce

Unbounce è un tool che consente di migliorare la propria esperienza di marketing per consentire di raggiungere meglio i propri potenziali clienti. 

Con Unbounce è possibile creare, pubblicare e testare le proprie squeeze page prima di caricarle online.

Consigli per una Squeeze page efficace e quali errori evitare

Per far si che queste pagine siano veramente efficaci e non finiscano per essere inutili sprechi di tempo , è bene avere in mente alcuni consigli:

Lettura correlata:
5 cose da fare quando qualcuno ruba la tua idea

1. Non è una landing page 

La prima cosa che è bene tenere in mente quando si inizia a creare una squeeze page efficace è che non va confusa con le landing page.

Infatti sono pagine diverse e studiate per obiettivi differenti.

Quindi è importante non confonderle e utilizzare strategie diversificate e specifiche per ogni pagina che si decide di creare.

2. Corta e concisa con un copy diretto e pulito

Il fulcro di queste pagine è la loro sinteticità e l’essere dirette.

La cosa veramente importante è che l’attenzione dell’utente sia focalizzata sull’azione che sta per compiere e che non venga distratto da altre cose inutili.

Per di più è utile chiedere all’utente solo le informazioni che veramente sono interessanti e utili da acquisire. 

Meno cose si scrivono e si richiedono al potenziale cliente e più sarà facile focalizzare e direzionare la sua attenzione.

Inoltre, utilizzando un copy estremamente pulito, semplice e diretto, si otterranno migliori risultati.

È infatti inutile scrivere descrizioni inutili, troppe immagini o utilizzare un carattere non facilmente comprensibile.

Anche se inizialmente la pagina potrebbe risultare più “bella” esteticamente, rischia di non far ottenere risultati ottimali.

3. Inserire una sola CTA, e che sia chiara

Come nel punto precedente, concentrare l’attenzione su una sola call to action eviterà che le persone si confondano.

Usando un forte invito all’azione gli utenti sapranno esattamente cosa fare e cosa otterranno una volta cliccato quel tasto.

4. Moduli minimi

Bisogna ricordarsi sempre che l’obiettivo delle squeeze page è quello di ottenere i dati di contatto di potenziali clienti.

Tutte le informazioni che non sono strettamente necessarie, è meglio evitare di chiederle.

Quindi è bene cercare di non creare moduli infiniti che le persone non compileranno mai.

E poi, a cosa serve ottenere tutti quei dati?

Per questo, è bene assicurarsi che il modulo che si sta proponendo sia semplice e non ponga domande inutili.

In questo modo si otterrà anche una maggior fiducia da parte degli utenti, che non si sentiranno si dover subire un interrogatorio.

Richiedere il loro indirizzo email ed il nome ( per personalizzare la strategia di email marketing) è la scelta migliore.

Lettura correlata:
Aggiungi colore al tuo Copywriting

5. Proporre un’offerta in cambio che ne valga la pena

Bisogna porsi una domanda arrivati a questo punto della creazione di una squeeze page efficace:

“Per quale tipo di risorsa gli utenti saranno disposti a lasciare in cambio i propri dati?”

La risposta è un qualcosa di brillante, allettante e desiderabile.

Quindi spendere tempo nella realizzazione della risorsa scaricabile, farà si che ne sia valsa la pena e che l’utente si fidelizzi.

6. Testa sempre le squeeze page 

Controllare che ciò che si sta creando è veramente efficace, è di fondamentale importanza per migliorarsi e per ottenere buoni risultati.

Un metodo che si può usare a questo scopo è quello di fare test A/B sulle proprie squeeze page.

Creando diverse versioni delle proprie pagine, sarà infatti possibile capire quale sia quella che attrae più persone.

Conclusione

In questo articolo è stato trattato l’argomento delle squeeze page, pagine studiate e create appositamente per ottenere l’indirizzo email degli utenti in cambio di un’offerta vantaggiosa.

Si è parlato anche di come crearne una e quali sono i tool migliori ai quali affidarsi come:

  • Instapage
  • ClickFunnels
  • LeadPages
  • Pagewiz
  • Wishpond

Inoltre sono stati inseriti anche alcuni consigli per ottenere una squeeze page efficace, cioè:

  • Ricordarsi che non è una landing page
  • Crearla corta e con un copy semplice e diretto
  • Inserire una sola CTA
  • Usare moduli minimi 
  • Proporre un’offerta conveniente
  • Testa sempre le squeeze page 

Se ti interessa saperne di più sul marketing e su come avviare un’attività online anche partendo dalle basi, allora Clicca Qui e scarica la checklist gratuita di DiventaUnMarketer.

Al suo interno troverai quali sono gli strumenti indispensabili per far partire un business online di successo.

L'autore del post

Valeria Chiaramonte

Studentessa universitaria in economia aziendale, amante della musica e della chitarra elettrica con una grande passione per tutto ciò che comprende il marketing digitale.

Lascia un commento