Business Online Email Marketing

19 efficaci tattiche per accrescere la Mailing List di un e-commerce

ecommerce email marketing

Piattaforme come Shopify o Magento rendono facile la creazione di negozi e-commerce per chiunque non abbia molta esperienza. Tutto quello di cui hai bisogno è un prodotto da vendere e sei pronto per iniziare!

Ma come puoi esser sicuro che sarai notato, considerando la marea di altri negozi che cercano di farsi spazio nello stesso ambito?

C’è un lato frustrante nella costruzione di una carriera durevole nell’e-commerce, e cioèguidare tale crescita e i ricavi.

La mentalità “costruisci, e tutto il resto verrà da solo” è finita.

I consumatori ora hanno più scelte di un tempo, ci sono più concorrenti di un tempo, e i proprietari di negozio hanno bisogno di lavorare più duramente per costruire un brand durevole.

Gli e-commerce devono pensare a come attrarre nuovi clienti, mantenerli, renderli partecipi, quindi in definitiva a fare tutte le attività necessarie per avere valore a lungo termine (cioè ottimizzare per avere conversioni e ricavi).

Dopo tutto, più del 40% dei ricavi ottenuti online arrivano da clienti abituali.

Qual’è il più grande strumento per far sì che i clienti ritornino?

L’email.

Avere una strategia per ottenere utenti nella tua lista mail è di estrema importanza per la crescita del tuo business. In questa guida andremo a dare uno sguardo ad alcune tecniche avanzate di acquisizione di email per le imprese e-commerce.

Dopo aver lavorato con decine di e-commerce abbiamo capito che una solida lista email è uno dei primi motori fondamentali per farli crescere! Come negozio online dovresti sempre lavorare e testare le tue idee per massimizzare il numero di clienti che puoi direttamente approcciare via email.

1) Il modulo di registrazione Onpage

Dare agli utenti del tuo sito un modo semplice di aderire in ogni qualsivoglia momento alla tua lista è sempre stata la maniera giusta e più utilizzata per creare Mailing List.

Spesso trovi alcuni moduli di registrazione nascosti in fondo alla pagina, che costringono gli utenti a cercare dove essi siano nel caso in cui volessero iscriversi. Questa non è la forma più ottimale per ottenere nuovi iscritti. E’ importante rendere facile la navigazione dell’utente e permettergli di trovare il prima possibile il modo di lasciare la propria mail.

Victoria’s Secret, per esempio, ha un approccio migliore: mette il modulo di registrazione in un riquadro che appare come una delle prime cose che vedi sul loro sito.

vs

2) Iscrizione standard con il pop-up

L’ulteriore opzione che hai è assicurarti che venga data, a tutti quelli che vengono sul tuo sito, la possibilità di iscriversi o no. Puoi fare questo facendo comparire il modulo di iscrizione quando l’utente entra sulla tua pagina.

Lettura correlata:
4 Strumenti per incrementare velocemente la tua mailing list

Questo metodo assicura che i clienti siano a conoscenza della tua newsletter e dà loro la possibilità di iscriversi oppure no. Questo metodo può avere controindicazioni, infatti può essere odioso e invadente.

Devi anche assicurarti di avere regole impostate, in modo che il pop-up compaia solo una volta.

Ho visto aumentare gli iscritti ovunque dal 5% fino al 600% grazie ai pop-up, a seconda della maniera nella quale essi vengono impostati e dalla creatività usata per mostrarli.

3) Pop-up incentivanti

Puoi portare i tuoi pop-up ad un livello superiore offrendo un incentivo agli iscritti. Questa è una delle più comuni tattiche usate da quasi ogni grande azienda di e-commerce.

In più sappiamo da un recente studio di RetailMeNot che il 71% degli utenti preferisce usare coupon mandati direttamente via email dai brand.

4) Il modulo registrazione Slide-up

Il modulo Slide-up è un metodo meno invadente per far sapere agli utenti o a chi si iscrive alla tua lista, le offerte speciali, o gli sconti.

La bellezza di questo tipo di modulo è che lo puoi far apparire su ogni pagina, fino a quando l’utilizzatore non decide di nasconderlo.

slide-in

5) Cartellini di sconto

Con i cartellini di sconto puoi nascondere il coupon sconto fino a quando l’utente non è pronto ad utilizzarlo.

Generalmente, cliccandoci sopra, comparirà il pop-up con l’incentivo e mostrerà all’utente come ottenerlo (entrando a far parte della Mailing List o facendo un’azione sociale come uno share).

coupon

6) Pop-up personalizzati per specifici target di clientela

Puoi portare il tuo messaggio ad un livello superiore aggiungendo elementi di personalizzazione, l’esempio sotto è un modulo di registrazione opt-in che vedranno solamente i visitatori di Pinterest.

Questo tipo di opt-in ti permette di confezionare e testare messaggi specifici che funzionano con particolari tipi di pubblico, quindi fa aumentare la probabilità che essi si registrino.

gleam capture

7) Pop-up che segnalano l’abbandono del carrello

Non c’è niente di peggio di un utente che aggiunge prodotti al suo carrello e dopo lascia il tuo sito web e non fa più ritorno.

Molti siti di e-commerce usano diverse tecniche di richiamo della shopping cart, provano, e spesso convincono, i clienti che hanno abbandonato ad acquistare.

L’idea è semplice, probabilmente già sai se una persona è un cliente abituale o uno nuovo, se sono nuovi clienti allora non avrai accesso al loro indirizzo e-mail, perciò ti verrà comodo avere un pop-up che compare come incentivo quando decidono di abbandonare la tua pagina.

Lettura correlata:
Quick tip #3: SumoMe List Building - Ci voleva!

L’incentivo è fatto per fare due cose:

  • Catturare il loro indirizzo email
  • Fornire loro sconti per incentivare i loro ordini

Se hai già il loro indirizzo e-mail allora potresti semplicemente far apparire un pop-up per incentivare senza richiedergli di registrarsi nuovamente.

8) Retargeting Email

Uno studio nel 2013 ha dimostrato che le shopping cart vengono abbandonati fino ad un 75% dei casi. Questo significa che c’è una grande opportunità di ricavo per le aziende di E-commerce, se questa problematica viene affrontata.

C’è un’altra tattica che può essere usata per recuperare il valore perduto di queste shopping cart, quando l’utente è giù un cliente, si può mandare una email con il sommario del carrello dopo un calcolato periodo di tempo (cioè 30 minuti), ed insieme ad esso inviare un codice coupon per finalizzare l’acquisto.

9) Specifiche landing page

Molto spesso gli utenti, prima di iscriversi alla tua lista, vogliono farsi un’idea del tipo di contenuti che offri.

Ci sono un sacco di modi per utilizzare questo a tuo vantaggio.

Il metodo numero uno è costruire specifiche pagine di registrazione che sottolineano perché l’utente dovrebbe iscriversi alla tua lista.

Puoi usare:

  • consigli settimanali
  • recensioni di strumenti
  • un coupon per uno sconto di 10 euro per addolcire l’affare.

La cosa fantastica di questo metodo è che puoi indirizzare il traffico esterno su questa pagina, per esempio Tweet, pubblicità o perfino aggiungerlo alla firma email.

Aggiungi un po’ di Google Analytics tracking al mix e sarai presto in grado di vedere il tasso di conversione delle tue pagine per fonte di traffico.

10) Webinar & corsi

Le landing page possono essere anche usate per guidare iscrizioni ad altre campagne tattiche come ad esempio Webinar e corsi brevi.

Una tattica comune è chiedere a persone influenti del tuo ramo di fornire consigli e il loro sapere ai tuoi clienti (nella forma di un Webinar o corso email).

Questo, in definitiva, porta più consapevolezza per il tuo brand e per i tuoi prodotti o servizi, e ti dà anche più credibilità.

11) Spedire via email una copia del carrello

Questa è una caratteristica poco utilizzata nel E-commerce moderno. Le aziende sottovalutano il numero di clienti che navigano e aggiungono prodotti alla shopping cart dal posto di lavoro.

Questa particolare opzione fa fare al cliente due cose, spedirsi via email un reminder così potrà fare l’acquisto in un secondo tempo e, cosa migliore, tu otterrai la sua iscrizione ad una delle tue liste, così potrai comunicare con lui.

Lettura correlata:
8 consigli per organizzare un ufficio produttivo (in casa!)

12) Iscrizione alla Newsletter durante il checkout

Questo molto probabilmente è il metodo più primitivo per ottenere iscritti sulla tua lista, ma nonostante ciò, vedo ancora molti negozi dimenticarsi di questa opzione!

Dai ai tuoi utenti la possibilità di aderire alle tue liste in due modi:

  • quando creano il loro account
  • quando fanno un acquisto

Questo trucchetto dovrebbe da solo far sì che la tua lista cresca giorno per giorno costantemente.

13) Concorsi

Ho visto molte aziende di e-commerce avere grande successo con le loro strategie di giveaway.

I concorsi (detti anche giveaway) sono famosi per raccogliere tantissimi indirizzi email in poco tempo.

L’esempio seguente mostra un pop-up di un popolare e-commerce, che compare ogni volta che un utente arriva sulla home page del sito, e che li invita a partecipare al concorso.

concorso

Una tecnica comune per accrescere i ricavi, postando concorsi, è mandare via email un coupon di consolazione ai tuoi partecipanti.

Questo funziona particolarmente bene quando dai via uno dei tuoi prodotti (visto che tutti quelli che hanno partecipato desiderano vincere un prodotto del tuo assortimento).

14) Premi

I premi riscattabili immediatamente funzionano in modo simile ai concorsi, ma hanno una differenza sostanziale, l’utente lo può riscattare istantaneamente (invece di passare attraverso un’estrazione).

Questo tipo di premi è flessibile e può essere usato in differenti modi:

  • Puoi dare agli utenti un coupon in cambio di una iscrizione ad una lista
  • Puoi permettere agli utenti di poter sbloccare una specifica parte di contenuto
  • Puoi incentivare i tuoi utenti a seguirti sui social network
  • Puoi chiedere ai tuoi utenti feedback riguardo la loro esperienza di acquisto in cambio di un codice coupon o di un prodotto omaggio

Tutti i metodi qui sopra ti permettono anche di avere l’email degli utenti, e di mandarla al tuo CRM.

15) Lead Generation card di Twitter

Se siete alla ricerca di annunci che sono privo di attrito, tra i tanti io preferisco Lead Gen Card di Twitter. Una volta messa a punto, consente agli utenti di aderire alla tua lista con un click (senza nemmeno dover inserire il proprio nome / indirizzo e-mail).

twitter-lead-gen-cards

È possibile anche impostare la scheda per poter inviare al tuo CRM (a condizione che lo supportino) utilizzando l’opzione POST URL.

Lettura correlata:
6 Modi per distruggere la tua mailing list

Assicurati di sfruttare al meglio questi annunci offrendo qualcosa all’utilizzatore. Ho trovato che questi particolari annunci funzionano al meglio quando ci si impegna con l’utente nel più breve lasso di tempo possibile.

 

16) Sondaggi

I clienti amano dare feedback, che siano buoni o cattivi. Le piattaforme di sondaggio, come Qualaroo, ti permettono di far comparire widget con domande in base a regole che tu hai impostato.

Puoi anche scegliere di salvare il loro indirizzo e-mail (preso grazie al feedback) e questo ti darà l’opportunità di aggiungerli alla tua mailing list.

17) Vendita al dettaglio/Evento di acquisizione

Questo è probabilmente uno dei metodi meno utilizzati per l’acquisizione degli indirizzi e-mail.

Se hai un negozio al dettaglio, con persone reali, dovresti fare ogni cosa in tuo potere per ottenere i loro dettagli, specialmente se queste persone stanno facendo un acquisto.

Marks & Spencer in Inghilterra ha costruito speciali cabine digitali in negozio per catturare questo tipo di informazioni dai loro clienti.

Non hai bisogno di avere chissà che tecnologia o sistema POS, esistono delle app dove c’è un semplice modello, ideale per gli iPad, che ti permette di mandare gli iscritti direttamente a una lista MailChimp.

Ci sono pure altre app che ti permettono di catturare le email offline e dopo sincronizzarle con la tua lista quando hai di nuovo accesso ad internet.

18) Spedire le ricevute via Email ai clienti

Se sei mai stato in un negozio Apple hai visto questa tecnologia!

I loro geniali rappresentanti usano una Linea Pro per prendere l’ordine dei clienti, e dopo danno loro la possibilità di ricevere la ricevuta via email (chiedono anche di sottoscriversi alla newsletter al momento dell’ordine).

Questo è davvero una maniera interessante per aggiungere consistenza ad ogni ordine!

19) I Referral

Ultimo, ma non ultimo in ordine di importanza, è sfruttare la potenza dei referral del cliente.

L’applicazione è semplice, più amici porti, utilizzando il tuo speciale Referral link, più campioncini potrai avere.

Ecco un esempio:

  • 5 Referral – Crema da barba omaggio
  • 10 Referral – kit da barba + lame
  • 25 Referral – Set da Barba
  • 50 Referral – 1 anno di lame omaggio

Questo dato da solo mostra il potere dell’incentivazione quando si parla di costruzione di Mailing List.

E tu? Cosa fai per accrescere la tua lista?

L'autore del post

Stefan Des

31 anni, Internet Marketer dal 2007, padre di una splendida bimba di 3 anni. Appassionato di tecniche di vendita, di marketing e di Kayaking. Conosciuto per i best seller della serie "Explosion" e per aver aiutato oltre 7000 imprenditori ed aziende ad aumentare i profitti dei loro Business Online.

Lascia un commento