Brand Management Traffico web

Come ricorrere agli influencer per avere più traffico

Molto probabilmente ti risulterà familiare l’espressione “contenti is the king” che, nella maggior parte dei casi, è vera. Tuttavia, il contenuto che crei non fa un granché di positivo se nessuno lo vede. Nel crearlo, ricorda che esistono persone che possono fare davvero la differenza. Esse sono conosciute come influencer.

Cosa sono gli influencer

Sono quegli individui che hanno l’abilità di avere un certo impatto sulle persone, sui loro pensieri, comportamenti e anche sulle loro azioni. Le loro opinioni sono solitamente ricercate, richieste; hanno il potere di produrre un certo effetto nella nicchia in cui sono specializzati.

Un buon esempio di influencer è il Dalai Lama. È un nome conosciuto in tutto il mondo per la sua diffusione del messaggio di pace e di amore.

Identifica l’influencer

È facile trovarli su Facebook e quando li identificherai, dovrai focalizzarti su quelli che hanno più follower, anche se la cosa più importante è il livello di engagement che essi hanno.

Ho usato come esempio il Dalai Lama perché se si considerano le piattaforme che egli utilizza, vedrai un numero di followers sconcertante. E per quanto riguarda il livello di engagement?

Sì, c’è molta interazione, ma dalla parte dei followers più che da quella del Dalai Lama.

Diciamolo, è un uomo impegnato e semplicemente non ha tempo per interagire con i suoi follower sui social media. Nonostante il loro numero sia molto alto, non è questo ciò che devi guardare.

Stai mirando a qualcuno che interagisca con i propri follower rispondendo alle domande e commentando. L’engagement non è soltanto pubblicare un post.

Trova l’influencer

Hai scritto sul blog per un po’ e hai familiarità con uno o due influencer nella tua nicchia di mercato, ma ne vogliamo cercare di più. Buzzsumo è uno strumento facile da usare che ti aiuterà a identificare i contenuti migliori e gli influencer nella tua nicchia.

Ha una versione pro, ma quella gratuita funzionerà egregiamente. Ne cercherai 10: un numero maggiore ti richiederà l’account pro.

Interagire con i tuoi influencer implicherà del tempo, quindi scegline un numero che riuscirai a gestire facilmente.

Lettura correlata:
[Internet Marketer] Come far crescere il tuo Personal Brand (4 piattaforme)

Una volta trovati, inseriscili in una lista. Sia Facebook che Twitter hanno delle liste. Google Plus ha le cerchie e Pinterest i boards (una sorta di schede). A me piace etichettare la mia lista come “Iscrizioni”, ma tu puoi scegliere il titolo che più ti piace.

L’obiettivo della lista è di avere tutti i tuoi influencer raggruppati in un angolo. In questo modo puoi ritrovarli facilmente e tenere d’occhio i loro post. Imposta una notifica così saprai quando un influencer posterà qualcosa sulla sua pagina o sul suo profilo. Alcuni social media non hanno l’opzione per queste notifiche, se è il tuo caso, dovrai controllare spesso la tua lista.

Interagisci con l’influencer

Quando inizi una relazione con un influencer è probabile che egli non sappia chi tu sia. Inviagli un messaggio privato o un’email chiedendogli di promuovere il tuo contenuto che altrimenti non andrà a buon fine senza il suo aiuto: muoviti con piccoli passi per poter creare una relazione duratura.

La prima fase è quella di identificare i post del tuo influencer e di leggerli.
Dopodiché commentali.

Lascia commenti intelligenti e non qualcosa come “bel post”, perché se si tratterà di ottimi post, quel commento non aprirà nessuna discussione. Invece, vorrai sicuramente lasciare un commento che faccia capire all’influencer che hai letto il suo post.

Porre una domanda è un altro metodo per iniziare una conversazione. Come terza cosa, condividerai il suo contenuto su Facebook, introducendolo con parole tue e taggandolo così saprà che l’hai fatto. Il vantaggio del tag è che invia una notifica alla persona in questione. Questo incrementerà le tue chance di catturare l’attenzione dell’influencer.

Uno dei miei modi preferiti per interagire con un influencer è quello di linkare il loro contenuto nel mio. Prima scrivo un articolo e poi controllo se qualcuno dei miei influencer ha scritto qualcosa di simile. Così inserirò il suo link nel mio articolo (anche se può accadere che gli influencer dimentichino di inserirlo).

O, se preferisci, prima di farlo, puoi inviargli un’email facendogli sapere che linkerai il suo articolo nel tuo, anche perché un’email aggiunge quel tocco personale in più che potrebbe dare vita a una connessione più profonda col tuo influencer.

Lettura correlata:
Come incrementare la brand advocacy e dimenticarsi della sensibilizzazione

I vantaggi dell’influencer

Creare una relazione con gli influencer richiede tempo, sforzo e duro lavoro, ma tutto ciò che fai ti ricompenserà. Col tempo, inizieranno a notarti, a condividere i tuoi contenuti e sarà anche possibile che ti chiederanno di scrivere un guest post per loro.

Includere, quindi, degli influencer nella tua strategia farà in modo di farti risaltare di più, con la conseguenza di aumentare il traffico e migliorare la riprova sociale.

L'autore del post

Stefan Des

31 anni, Internet Marketer dal 2007, padre di una splendida bimba di 3 anni. Appassionato di tecniche di vendita, di marketing e di Kayaking. Conosciuto per i best seller della serie "Explosion" e per aver aiutato oltre 7000 imprenditori ed aziende ad aumentare i profitti dei loro Business Online.

Lascia un commento