Email Marketing

31 modelli di oggetti per scrivere email che vengono lette

Se stai cercando modelli di oggetti di email persuasivi, in grado di far decollare il tasso di apertura delle tue email…

Allora sei nel posto giusto!

Infatti in questo articolo ti mostrerò ben 31 oggetti di email efficaci che puoi usare per campagne di email marketing. 

Ma prima di cominciare…

Perché avere modelli di oggetti di email è così importante?

Molti ormai sanno che l’email marketing è una delle attività più importanti per vendere i tuoi prodotti e servizi.

Statisticamente, ogni dollaro speso in email marketing porta alle aziende oltre 40 dollari di guadagno.

Un ROI devastante!

Eppure ad oggi sono ancora pochi gli imprenditori che riescono a fare email marketing  in modo redditizio.

Un grande problema è quello di non riuscire a catturare l’attenzione dei propri iscritti. Basti pensare al numero altissimo di email che ci arrivano ogni giorno: quante sono?

121.

Sì, hai letto bene. 

Secondo DMR, ogni giorno un lavoratore medio riceve 121 email nella propria casella di posta.

Questa problematica rischia di farti investire enormi risorse per la scrittura delle tue email per poi ottenere come risultato un basso tasso di apertura  che produce inevitabilmente scarsi risultati ed enormi frustrazioni. 

Quali sono i problemi legati alla scelta dell’oggetto di email

L’email marketing è uno degli strumenti più efficaci per entrare in contatto diretto con i propri potenziali clienti.

Alcuni dei vantaggi nell’utilizzo di email promozionali sono:

  • I bassi costi di gestione 
  • La semplicità con cui è possibile inviare una email con gli attuali software 
  • La possibilità di suddividere i propri potenziali clienti a seconda dei loro interessi
  • E molto, molto altro

Nonostante tutti i punti positivi che ti ho appena elencato, però, l’email marketing presenta alcune difficoltà per chi si trova ad utilizzare questo strumento per la prima volta. 

Infatti sono tantissimi quelli che cadono in errori comuni che lo rendono uno strumento inutile e una perdita di soldi, tra cui: la scelta di un oggetto sbagliata, l’utilizzo di immagini troppo grandi e pesanti all’interno della email, il numero eccessivo di invii ecc.

Fortunatamente, grazie a piccoli accorgimenti, è possibile rendere la propria strategia da completamente insoddisfacente e costosa, alla tua miglior risorsa.

Lettura correlata:
Quick tip #3: SumoMe List Building - Ci voleva!

Ciò su cui è bene concentrarsi è sicuramente la scelta del giusto oggetto di email.

E’ vero che, nella maggior parte dei casi, l’email serve solo da tramite per mandare un iscritto a una pagina di acquisto.

Ma l’oggetto delle tue email ha un’importanza fondamentale perché stiamo parlando proprio del primo approccio con il tuo  potenziale cliente, e che poi si riversa a cascata su tutto il resto. 

Basse aperture = pochi click = poche vendite

Una mail che contiene un oggetto “noioso”, non sarà mai in grado di emergere e farsi notare in mezzo al mucchio di email che si ricevono quotidianamente.

Statistiche sull’email marketing e sull’open rate medio

Andiamo adesso un pò più nello specifico e analizziamo qualche dato interessante sull’open rate delle email.

Ma prima è meglio specificare di cosa stiamo parlando.

Per spiegare che cos’è l’open rate, possiamo definirlo come uno strumento di misura utilizzato dai marketer che indica quante persone hanno “visualizzato” o “aperto” le mail che hanno inviato nelle loro campagne di email marketing.

È più comunemente espresso in percentuale e calcolato dividendo il numero di messaggi email aperti per il numero totale di messaggi email inviati.

Ciò significa che più alto è l’open rate, più sono state aperte e lette le vostre mail.

Ma torniamo ai dati: secondo l’osservatorio statistico di MailUp, email software che consente di creare e inviare newsletter, email e SMS ai propri lead e clienti, dai dati del 2019 si può vedere che negli ultimi 2 anni l’email marketing sta aumentando sempre di più in termini di utilizzo da parte degli imprenditori digitali.

In questo grafico puoi notare come la variazione più importante sia sia verificata proprio nel tasso di aperture delle email inviate passando dal un 19% nel 2017 al 21% nel 2018, segnando un incremento annuo del 3%.

Questo significa che più email sono finite direttamente nella cartella Inbox senza finire direttamente nello SPAM.

Modelli di oggetti di email persuasivi

Per agevolare questo processo, è necessario fornire una particolare attenzione agli oggetti delle email.

Quali sono quindi gli oggetti (o headline) migliori da poter utilizzare? 

Le headline più scelte, di solito, sono spesso anche le più semplici.

Lettura correlata:
1000 iscritti con 3 ore di lavoro al giorno

Eccone alcune:

     1) Anche tu puoi (FARE X) con (Y) non conoscendo (Z) :

         Anche tu puoi guadagnare con il trading non conoscendo la borsa.

     2) Scopri i segreti (PERSONA X) :

         Scopri i segreti di un marketer online milionario.

Come vedi, I vari oggetti possono spaziare anche per diverse categorie.

Andiamo oltre, di seguito ho voluto riportare una serie di tipologie di oggetti più frequenti ed efficaci che sicuramente ti sarà capitato di trovare almeno una volta nella tua email.

Oggetti che contengono numeri:

Questa tipologia di email indica solitamente un numero definito di azioni che il lettore deve seguire per raggiungere un determinato scopo, vediamo insieme alcuni:

     3) Ecco le (X COSE) che devi conoscere per aumentare (Y) :

         Ecco le 3 informazioni che devi conoscere per aumentare il tuo ROI.

     4) (X MODI) per migliorare il tuo (Y) :

         10 Modi per migliorare il tuo blog.

     5) (X COSE) che devi sapere su (Y) :

         7 Cose che devi sapere sulle strategie SEO.

     6) Come ottenere (X) in (Y TEMPO) :

         Come ottenere 100 lead in un mese.

Oggetti interrotti:

Lasciare le frasi interrotte sul più bello è un metodo che funziona, solletica l’interesse e la curiosità del lettore, tuttavia è meglio far attenzione a non abusarne. Ecco alcuni esempi:

     7) Ho pensato che …

     8) Oggi ti voglio far co …

     9) Quello che ogni marketer dovrebbe sapere su …

Oggetti di email sotto forma di domanda:

Utilizzare gli oggetti che iniziano con una, domanda crea un rapporto diretto con il cliente, che sarà spinto ad aprire l’email per conoscere la risposta.

 Anche in questo caso, la leva sulla curiosità del lettore sarà la chiave di volta per le nostre email.

     10) Ho sbagliato (X)? :

           Ho sbagliato a dirlo?

     11) Fai anche tu (X ERRORI)? :

           Fai anche tu questi errori in inglese? 

     12) Conosci queste (X COSE) su (Y)? :

           Conosci queste 3 info sul trading?

     13) Hai anche tu (X PROBLEMI) quando (COMPI AZIONE Y)? :

           Hai anche tu questi problemi quando sincronizzi i tuoi contatti? 

Lettura correlata:
Come creare una squeeze page più sexy di Belen

Oggetti con novità:

Fornire informazioni sempre aggiornate, provenienti da fonti autorevoli, farà aumentare la credibilità delle “tue” email, rendendole al tempo stesso molto interessanti.

     14) Come capire (X) ( NELL’ANNO Y) :

           Come capire qual è il miglior CRM del 2019.

     15) Come scegliere (COSA X) (NELL’EPOCA Y) :

           Come scegliere, nell’era dei social, la piattaforma più adatta per la tua azienda.

Oggetto “piggyback”:

Questo tipo di oggetto è molto particolare poiché sfrutta la fama e i metodi di grandi Brand o persone popolari per ricollegarsi al tuo prodotto.

     16) Come (FARE X) come (PERSONA FAMOSA Y) :

           Come avviare un nuovo business come Richard Branson.

     17) Come (AZIENDA FAMOSA X) gestisce (Y) :

           Come Amazon gestisce la logistica e le spedizioni.

     18) Impara da (AZIENDA FAMOSA X) come gestire (Y) :

           Impara da Hubspot come gestire le tue liste di contatti.

Oggetto che susciti curiosità:

Come accennavo prima, la curiosità sta sempre alla base.

Per questo tipo di oggetto, iniziare a spiegare come hai raggiunto un tuo traguardo, dicendo al lettore che può farcela anche lui, è il metodo migliore per stuzzicare l’interesse.

     19) Come ho fatto fortuna usando (STRUMENTO X) … E come puoi riuscirci anche Tu! :

           Come ho fatto fortuna usando Instagram… E come puoi riuscirci anche Tu!

     20) Come ho (FATTO X) grazie a (Y) :

           Come ho triplicato i miei contatti grazie a Facebook.

     21) Come ho portato (X) alle stelle :

           Come ho portato il mio business alle stelle.

Mescola gli oggetti:

Come abbiamo visto finora, esistono moltissimi metodi che puoi utilizzare per creare gli oggetti delle tue email e, proprio per questo, mixare i precedenti esempi di headline spesso risulta una strategia vincente.

Per esempio:

     22) Anche tu hai il (PROBLEMA X)? :

           Anche tu hai il problema della ADSL lenta?

     23) Il (PROBLEMA X), ti suona familiare? :

           Il problema di bounce rate, ti suona familiare? 

     24) Come sbarazzarti di (X) in (Y TEMPO) :

           Come sbarazzarti dell’input lag in pochissimo tempo.

     25) Come ottenere (X) in (Y TEMPO)

           Come ottenere 30 all’università in 3 settimane.

Lettura correlata:
7 tattiche per avere un efficace Lead Magnet (e perché non dovresti scrivere un gigantesco e-book)

     26) Smetti di perdere tempo e inizia a (FARE X) :

           Smetti di perdere tempo e inizia a creare il tuo business online.

     27) Ora puoi scoprire (COME FARE X) in (Y TEMPO) :

           Ora puoi scoprire come guadagnare autostima in 4 settimane.

     28) Ecco cosa sanno (X PERSONE) riguardo (Y) :

           Ecco cosa sanno i marketer sullo scrivere una Headline killer!

     29) Chi altro vuole (FARE X) con (BUDGET Y)? :

           Chi altro vuole viaggiare a Parigi con un budget ristretto?

     30) Dove ho sbagliato?

     31) Se (VUOI FARE X) non fare questi (Y ERRORI) :

Se punti al successo non fare questi 9 errori.

Suggerimenti aggiuntivi

Prima di saltare alle conclusioni, è importante ricordare quanto un oggetto di qualità possieda determinate caratteristiche, tra cui creare un senso di urgenza come “acquista ora”, “scade domani” e così via, in modo che venga evidenziato uno stato di disponibilità limitata ed urgenza che spinga i clienti ad aprire l’email.

Ricordati, non aver paura di presentare la tua offerta nell’oggetto. Questo aiuterà il cliente a capire meglio cosa gli vuoi comunicare.

Ovviamente, l’oggetto deve essere pertinente al contenuto, in modo che influenzi i destinatari nel modo corretto.

Ricordati di dare l’opportunità al tuo cliente di poter scegliere la frequenza con cui desidera essere contattato, questo ridurrà drasticamente il pericolo che si disiscriva a causa del disturbo eccessivo.

Conclusioni

Sono molte le persone che utilizzano ogni giorno l’email marketing per affermarsi e per crescere come imprenditori digitali o come azienda.

In questo articolo ti ho mostrato quali sono le categorie più usate ed importanti di oggetti da utilizzare nelle email, cioè:

  • Oggetti che contengono numeri
  • Oggetti interrotti
  • Oggetti come domanda
  • Oggetti con novità
  • Oggetti “piggyback”
  • Oggetti che susciti curiosità

Per rendere le email davvero di successo, oltre a questi consigli, sono necessari altri strumenti e un pò di pratica.

Se sei interessato a scoprire tutti gli strumenti indispensabili per un business online di successo, allora Clicca Qui per scaricare la checklist gratuita che ti fornirà anche i tools più semplici per creare un’attività online velocemente, nel tempo libero o nei week end.


L'autore del post

Stefan Des

31 anni, Internet Marketer dal 2007, padre di una splendida bimba di 3 anni. Appassionato di tecniche di vendita, di marketing e di Kayaking. Conosciuto per i best seller della serie "Explosion" e per aver aiutato oltre 7000 imprenditori ed aziende ad aumentare i profitti dei loro Business Online.

Lascia un commento