Content Marketing

Processo in 7 fasi per scrivere post migliori in minor tempo

Il content marketing ha infinite possibilità, purtroppo però si ha sempre una quantità finita di tempo a disposizione e dato che scrivere dei post richiede la maggior parte delle tue energie, dovrai cercare di scriverli in poco tempo se vuoi anche gestire i social o qualsiasi altra cosa tu voglia.

1. Dovrai sempre avere una lista di idee

La prima cosa da fare prima di scrivere il tuo post è di raccogliere delle idee, anche se saranno poche e semplici, in ogni caso dovrai sempre ideare una lista per:

  • Evitare il panico dell’ultimo minuto: Quando non hai bisogno di idee te ne arriveranno a valanga, mentre quando ne avrai bisogno navigherai nel buio, con la conseguenza che non avrai mai le idee di cui necessiterai al momento giusto.
  • Evitare l’imbarazzo: Ecco la verità a proposito delle idee: la maggior parte di esse non è così buona una volta realizzata, pertanto sarà cosa buona e giusta farsi una lista sempre aggiornata con nuove idee, così quando vorrai tirarne fuori una che magari la settimana precedente consideravi “grandiosa” poi la vedrai con occhi diversi e avrai la possibilità di sostituirla.

Che tu utilizzi il tuo notebook o il tuo smartphone, sii sempre pronto a raccogliere ottime idee per i tuoi post ogni volta che ti vengono in mente, così da averle sempre a portata di mano in ogni momento, anche perché non ricorderai l’ultima idea che hai pensato, a meno che non la scrivi.

2. Organizza tutto ciò che scrivi

Potrebbe sembrare di cattivo gusto, ma dare un approccio più industriale al tuo blog velocizzerà le cose in quanto la creazione di un post non vuol dire mettersi seduti, decidere cosa scrivere e buttarlo giù tutto d’un fiato.

Al contrario, bisognerà procedere per gradi e sezionare l’intero discorso. Una delle cose più difficili per ogni blogger è quella di sedersi di fronte a uno schermo sapendo di dover pubblicare il giorno stesso senza però avere nessuna idea in mente su cosa scrivere, quindi impara a separare le idee dal processo di scrittura.

Organizza titoli e idee e catalogali in temi o gruppi diversi per il tuo contenuto, dopodiché inseriscili nel programma del tuo blog, distribuendo poi le tue idee sul tuo calendario.

Lettura correlata:
Hai dimenticato di aggiornare il blog? Ecco i 7 segnali negativi che ricevono i visitatori

3. Fai le tue ricerche prima di pubblicare un post

Dato che organizzerai le tue idee molto prima di scrivere, saprai già quali argomenti andrai a trattare, il che ti darà del tempo per poter fare delle ricerche prima di pubblicare un post – la ricerca durante la scrittura non porta altro che distrazione.

Facendo tutto questo, preverrai ogni tipo di confusione che potresti avere durante la scrittura.

Le tue ricerche dovranno includere questi 5 aspetti:

  • La ricerca di altri blog che potrebbero integrare il tuo argomento
  • La ricerca di citazioni di leader, celebrità o altre persone importanti
  • La ricerca di articoli di attualità
  • La ricerca delle immagini che andrai a utilizzare, che siano foto stock, foto in un infographic o video
  • La ricerca di alcuni studi che daranno al tuo post maggiore spessore

La ricerca sarà anche “inconscia” nel senso che quando sai di dover scrivere a proposito di un argomento, terrai in mente le tue idee anche quando leggerai altri post o parteciperai alle conversazioni sui social. Così, senza accorgertene riuscirai ad avere più pareri ed esempi sulla tesi che andrai a sviluppare.

4. Evita le distrazioni

La maggior parte di noi sa che cose come social media e la navigazione per il web sono le distrazioni più comuni quando si vuole scrivere un post. Infatti, esistono degli strumenti che ti precludono l’accesso ai social o ad altri siti che possono rivelarsi una distrazione.

Tuttavia c’è anche un altro aspetto che potrebbe rivelarsi ancora più dannoso: il multitasking. Anche se pensi che possa essere importante e utile ai fini dei tuoi progetti, sappi che non è così, anzi è controproducente e uccide le tue abilità che ti permettono di essere produttivo.

Quindi rientrano nelle distrazioni tutte quelle cose che in qualche modo frenano la tua scrittura, anche quelle che superficialmente ritieni necessarie. Se hai delle cose importanti da fare, falle per prime o alla fine, la cosa fondamentale è che non le lasci a metà: non iniziare il tuo post per poi lasciarlo in sospeso altrimenti la tua produzione risulterà di scarsa qualità.

Lettura correlata:
Information Business: 6 ragioni sul perchè creare il tuo

Trova un posto tranquillo, spegni il tuo cellulare e lavora offline, metti i tuoi bambini a dormire e qualsiasi cosa tu debba fare, tieni le distrazioni lontane da te.

5. Scrivi tutto velocemente senza modificare nulla

La scrittura iniziale che farai per un post dovrà essere quella più pazza, sciatta, voluminosa, piena di errori e di ripetizioni. Naturalmente non è un must, ma è ciò che capita quando decidi di abbozzare prima e modificare poi. Mentalmente quindi, deciderai di buttare giù qualsiasi cosa ti passi per la mente come se stessi buttando tutto alla rinfusa. Per farlo, dovrai frenarti dal modificare anche la minima cosa durante la scrittura: i post non vengono ideati in maniera perfetta dall’introduzione alla conclusione.

Quindi, come prima cosa scrivi la conclusione, poi il titolo e l’argomento a grandi linee, mediante frasi e appunti. Scrivi in blocchi e fallo velocemente senza pensarci troppo. Se invece per ogni piccola cosa decidi di fermarti per modificarla il tuo post:

  • non sarà mai pronto per il tempo prestabilito
  • diventerà una sterile e innaturale sequenza di parole.

6. Torna indietro per le modifiche

Ora che ti sei divertito abbastanza scrivendo tutto d’un fiato senza apportare neanche una virgola di modifica, dovrai tornare indietro e fare un po’ d’ordine ed ecco le 4 chiavi principali per farlo:

  • Trova un filo logico. Il primo passo che dovrai fare dovrà essere quello di assicurarti che il tuo  discorso segua un filo logico: la tua introduzione cosa promette al lettore? Il testo è espresso in maniera corretta? Tutto dovrà focalizzarsi verso un unico punto, senza giri di parole.
  • Controlla gli errori di grammatica e di ortografia. Dopo aver organizzato il tuo post in base a un filo logico, rimedia a tutti gli errori di grammatica e di ortografia che possono venir fuori quando scrivi velocemente.
  • Rafforza il testo. Ora dovrai lavorare sull’eliminazione di ogni tipo di errore sul tuo testo cercando di togliere tutto il superfluo, avverbi, aggettivi e quelle frasi che non hanno un peso importante ai fini della tua argomentazione.
  • Aggiungi una CTA o altri elementi. Scrivi e crea una call to action che spiccherà dal tuo post, inserisci delle immagini e una versione non riservata per il tuo post, poi scrivi un contenuto per i social media e non dimenticarti di scrivere uno slogan per i post futuri.
Lettura correlata:
La guida per avere contenuti senza sforzo (per marketer pigri)

La modifica è possibile solo se c’è già qualcosa di scritto, ecco perché lo “scrivere tutto d’un fiato per poi correggere successivamente” funziona alla grande.

7. Scrivi i titoli (sì, è un plurale)

Potresti già avere un titolo scritto sul tuo calendario per l’organizzazione del post che andrai a creare, ma non sarà sicuramente quello definitivo.

Infatti dopo aver scritto e modificato il tuo articolo e averlo ottimizzato per la SEO, dovrai ideare un titolo differente, tenendo conto anche delle keyword e del fatto che all’ultimo momento tutto potrebbe cambiare e l’idea che avevi all’inizio su come avrebbe potuto evolversi il tuo post potrebbe essere cambiata. In qualunque caso, dovrai scrivere il titolo alla fine e prima di decidere per il definitivo ne creerai più di uno per poi scegliere il migliore.

Nel primo gruppo, i titoli che scriverai saranno quelli ovvi, mentre nel secondo ce ne saranno di più diretti, per poi arrivare all’ultimo gruppo in cui scriverai i titoli più combattuti, ma anche più creativi. E’ solo in questo modo che riuscirai a estrapolare il migliore.

Come ho detto al punto 2, scrivere un post grandioso in poco tempo è possibile solo se si procede per gradi e si segmenta il lavoro. Infatti se procederai con l’ideazione e la scrittura di un post senza un minimo di preparazione perderai solo del tempo prezioso.

Appuntati le idee nel momento in cui arrivano e scrivi le parole che ti passano per la testa, fai le tue ricerche e non preoccuparti di come potresti incastrarle nel tuo post senza farlo sembrare un sacchetto della spazzatura.

Ogni cosa a suo tempo: non puoi costruire una casa partendo dal tetto. 😉

L'autore del post

Stefan Des

31 anni, Internet Marketer dal 2007, padre di una splendida bimba di 3 anni. Appassionato di tecniche di vendita, di marketing e di Kayaking. Conosciuto per i best seller della serie "Explosion" e per aver aiutato oltre 7000 imprenditori ed aziende ad aumentare i profitti dei loro Business Online.

Lascia un commento