Content Marketing SEO

Dimentica la SEO, ecco cosa dovrai fare

Qual è stato l’argomento più discusso a proposito del marketing negli ultimi 15 anni? Se l’unica risposta che ti viene in mente è “SEO”, hai centrato il bersaglio.

In questo articolo ti insegnerò il metodo che io stesso utilizzo per raccogliere centinaia di visitatori sui miei siti anche se hanno pochi giorni di vita; ovviamente i miei consigli non hanno nulla a che vedere con i soliti trucchetti della SEO che vengono continuamente pubblicizzati.

Da circa una decina d’anni, la maggior parte dei marketer si è focalizzata quasi esclusivamente sul mondo della SEO e su Google, passando da “come gestire i siti mediante le keyword” a “come creare una ragnatela di link”; per questo motivo il nostro universo si è evoluto in base a ciò che Google faceva e in che modo lo realizzava.

Quando ho iniziato mi sono comportato come i nuovi marketer: ho cercato di fare attenzione agli ultimi “trucchi” e alle ultime strategie, ho visitato forum, praticato “black hat”, “white hat” e tutti gli altri tipi di “hat” che conoscessi, da quello del cappellaio matto a quello di Babbo Natale e se te ne viene in mente un altro, ho provato anche quello  😆 .

Ma poi, sono tornato in me e ho iniziato a pensare con la mia testa, così non ho più visitato forum né altri tipi di siti per poter lasciar spazio allo studio di ciò realmente rendesse i marketer di successo tali e, in molti casi, ho scoperto che la risposta non era da trovarsi in ciò che essi stessi insegnavano.

Prima che tu mi abbandoni in favore della SEO, ti dico che sono convinto che alcuni suoi aspetti, come l’ottimizzazione delle pagine, dovrebbero essere utilizzati in parecchi casi; quello che voglio dire è che la SEO serve ma non deve essere il tuo punto focale in quanto la tua concentrazione dovrà focalizzarsi sulla creazione di cose fenomenali!

seo

Fai tabula rasa nella tua mente di tutto ciò che riguarda le vecchie e obsolete strategie che hai imparato e che non ti hanno portato da nessuna parte, e concedimi qualche minuto per introdurti i nuovi concetti che andrò a spiegarti. Ti prometto che se seguirai questa mia strategia, incrementerai in maniera esponenziale le tue chance di successo. Io sono pronto, se lo sei anche tu, buttiamoci!

Lettura correlata:
Information Business: 6 ragioni sul perchè creare il tuo

Trova qualcosa di buono e miglioralo

Come ho detto precedentemente, internet è pieno di sciocchezze alcune delle quali però riescono a raccogliere centinaia di link e social share. Se scavi più a fondo, noterai che le idee che hanno avuto più successo sono quelle che già esistevano e che sono state portate a livelli superiori. Il primo passo da fare in questa strategia è di trovare, quindi, qualcosa di popolare per poi renderlo epico.

Molte persone trovano una keyword e ci scrivono dei contenuti per poi aspettare in poltrona che Google li faccia salire nella sua classifica. Il fatto che tu stia continuando a leggere mi fa capire che non fai parte di questa cerchia, pertanto cerca qualche contenuto di media importanza che è diventato virale o popolare e miglioralo!

Se ti guardi intorno le idee presenti nei contenuti dei vari blog sono già state pubblicate ma con parole diverse; questo succede perché al giorno d’oggi siamo talmente pervasi da tantissimi argomenti che è diventata un’ardua impresa trovarne dei contenuti nuovi di zecca.

Come trovare contenuti popolari

Qui di seguito ti spiegherò il procedimento che io stesso ho seguito per cercare dei contenuti già popolari da poter migliorare

1) Raccogli una lista dei tuoi competitor

Vai su Google e cerca i competitor della tua nicchia, crea un documento word o salva nei segnalibri tutte le pagine dei loro blog.

2) Trova l’articolo più popolare sui loro blog

Esistono molti strumenti che puoi utilizzare per farlo ma io ti citerò quelli da me adoperati:

  • Open Site Explorer

    Moz ha uno strumento che ti permette di vedere le pagine più popolari dei tuoi competitor e in che posizione si trovano nel ranking grazie ai link e ai social share che hanno ricevuto. Puoi registrarti per una prova gratuita di 30 giorni.

  • Link Tally

    Ti permette di vedere il conto dei social signal di ogni articolo, pagina o sito.

 

Ciò che faccio io, quindi, è andare sul sito del competitor e controllare ogni articolo per poi vederne i social share e, se mi rendo conto che in media il post ne ha circa un centinaio fra Facebook e Twitter, ne creo un altro migliore.

Vai sul sito di ogni competitor, e stila una lista dei contenuti che sono diventati virali, dopodiché controllali uno a uno ed estrapola i migliori. Puoi anche creare una lista più dettagliata, oppure puoi creare una versione che renda l’articolo più interessante.

3) Scrivi un titolo figo!

La parte più importante del tuo articolo è il titolo, punto. Se non riesci ad attirare i lettori e a fare in modo che ci clicchino sopra, non leggeranno mai il tuo post.

Tempo fa creai un sito sperimentale per studiare questi fenomeni virali, così ho trovato dei contenuti su YouTube, che pensavo avessero una chance per diventare popolari, e li ho aggiunti al mio sito con un titolo migliore sperando di generare curiosità.

Ho speso circa 20€ per promuovere alcuni di quei post su Facebook al fine di attirare l’attenzione e i risultati sono stati circa 4.000 visualizzazioni della pagina su un sito che aveva appena 4 giorni. La cosa più interessante è stata che se avessi scritto un titolo “normale” l’articolo avrebbe a malapena ricevuto qualche visita, ma, ideandone alcuni più accattivanti e ri-postando lo stesso articolo, le visualizzazioni sono cresciute notevolmente!

Ad esempio, avrei potuto nominare questo articolo “Come creare ottimi contenuti”, ma per qualche ragione, “Dimenticati della SEO, ecco cosa dovrai fare” funziona molto meglio e crea più curiosità.

Investi più tempo sui tuoi titoli e scrivine diversi, solo dopo decidi qual è il migliore; testa anche diversi stili per vedere qual è quello più in linea con il tuo sito.

4) Promuovi il contenuto

Sono stanco di leggere articoli che dicono cose come “i contenuti migliori si promuovono da soli!”: è un’enorme scemenza! A meno che tu non disponga di un sito già popolare o una valanga di follower sui social su cui puoi fare affidamento, il tuo contenuto sarà solo un codice binario, quindi, indipendentemente da quanto sia buono, se nessuno lo vede nessuno lo condividerà e se nessuno lo condividerà…beh, hai capito.

La parte più ardua quando si crea un sito sono proprio i primi giorni perché non è facile attirare l’attenzione; per questo motivo il 95% delle persone abbandona il blogging dopo i primi mesi senza darsi un’ulteriore chance per raggiungere il successo.

Ma io ho un segreto che ti aiuterà ad attirare l’attenzione dei tuoi lettori 😉 .

Abbiamo detto che il tuo contenuto dovrà includere un po’ della tua personalità, dovrà essere qualcosa di epico e dovrà essersi guadagnato la sua popolarità su altri siti. Il passo successivo è quello più importante ed ecco a te un paio di consigli fondamentali su come procedere:

Consiglio 1: contatta gli influencer

È incredibile quanto siamo diventati asociali, al punto che alcuni di noi hanno persino paura ad inviare un’email agli influencer. In un post precedente ho parlato di come inviare email alle persone maggiormente influenti e come trovare i loro indirizzi. Se non l’hai ancora letto ti consiglio di prenderti cinque minuti per farlo perché uno dei metodi migliori per promuovere il tuo contenuto è inviare un’email a coloro che menzioni nei tuoi post.

Personalmente non sono una delle figure più prolifiche di internet, ma la mia popolarità la devo soprattutto agli influencer, con cui puoi connetterti grazie a Facebook, Twitter o altre piattaforme.

Su un sito che gestivo precedentemente, ho creato un altro articolo particolarmente popolare in cui ho inserito il nome dell’influencer che non mi aveva risposto su Twitter, il quale poi ha ritwittato il mio articolo: il risultato è stata un’inondazione di centinaia di visitatori sul mio sito.

Mi raccomando, non rovinare questo metodo bombardando le persone di tweet, ma sfrutta la cosa in maniera intelligente, senza aspettarti niente in cambio, anzi, offri tu loro qualcosa.

Consiglio 2: utilizza le Facebook Ads

Il mio metodo migliore per dirigere il traffico sul mio nuovo articolo è stato quello di utilizzare le Facebook Ads: una volta che capisci come funzionano, riuscirai a ottenere centinaia di condivisioni e di visite al costo inferiore di un caffè.

Ebbene sì, è incredibilmente economico e ti permette di targetizzare l’audience con ogni minimo dettaglio. Hai un blog? Se sì, puoi, ad esempio, targetizzare il tuo potenziale utente cercando tra le persone che vivono in Italia, fra i 30 e il 50 anni, divorziati, a cui piace il tuo competitor e che utilizzano un computer datato. Più targetizzi la tua campagna pubblicitaria meglio è. Qui puoi approfondire il discorso Facebook Ads.

Ogni volta che ho creato un articolo ho pensato chi potesse essere la persona interessata in modo da creare un annuncio pubblicitario personalizzato per promuovere il mio post su Facebook. Il mio budget solitamente si aggira intorno ai 5/10€ ad articolo, il che è molto economico considerando che parecchi blog pubblicano una volta a settimana.

Tutto questo ti porterà ad avere un traffico iniziale generato soprattutto da quei lettori interessati al tuo sito che, se trovano abbastanza buono il tuo articolo, potrebbero farlo diventare virale. Questo è il segreto che si trova dietro i contenuti di siti come BuzzFeedUpworthy i quali utilizzano le Facebook Ads, oltre ai fan, per rendere i propri articoli popolari.

Quando sei agli inizi l’obiettivo principale del tuo sito è quello di fare leva su altri mezzi per attrarre più lettori possibili e, una volta che avrà acquistato la visibilità necessaria, potrà promuoversi da solo; in ogni caso continua a utilizzare questi metodi di cui ti ho parlato per migliorarlo costantemente.

Sii audace ed epico: fai la differenza

Se riuscirai a seguire questi consigli e a creare contenuti epici, riuscirai a dominare il tuo settore; se non fai qualcosa per migliorarti, rimarrai sempre parte di quella massa uniforme che popola internet e da cui non riesci a spiccare.

Non aver paura di sfidare te stesso, gli altri o di proporre qualcosa di nuovo, anzi, procedi per la tua strada e, se dovessi avere ulteriori dubbi, torna pure su questo articolo. All’inizio sarà un po’ difficile, ma ti assicuro che sarà tutto incredibilmente fantastico se impari a divertirti con ciò che fai.

Concludo l’articolo visto che ho oltrepassato le 1700 parole, ma se dovessi avere delle domande lasciami pure un commento qui sotto o inviami un’email, cercherò di risponderti nel migliore dei modi. Prima di andare ti vorrei chiedere un ultimo favore: condividi questo articolo, grazie!  😎

L'autore del post

Stefan Des

31 anni, Internet Marketer dal 2007, padre di una splendida bimba di 3 anni. Appassionato di tecniche di vendita, di marketing e di Kayaking. Conosciuto per i best seller della serie "Explosion" e per aver aiutato oltre 7000 imprenditori ed aziende ad aumentare i profitti dei loro Business Online.

Lascia un commento

1 commento

  • Ciao Stefan, sono Daniele un tuo iscritto e ti seguo già da un pò, due anni fa iniziai a studiare come autodidatta tutto quello che riguarda l’internet marketing.. perchè da autodidatta? ti chiederai! beh perchè la mia vera professione è il muratore, e qui in sicilia purtroppo le cose non vanno bene, quindi non avendo dei fondi disponibili decisi di studiare per conto mio. E’ passato un bel pò di tempo, ma ho appreso tanto da allora.. Ho creato da poco il mio blog mentevincente.it basandomi anche sui tuoi consigli, se lo visiti noterai qualcosa di familiare 😉 ed ho deciso dato la mia passione di tuffarmi nella nicchia della crescita personale. Vorrei se ti e possibile che tu mi dia un tuo personale parere grazie mille.. buona giornata