Content Marketing

10 contenuti che funzionano per ogni tipo di business

Puoi creare un blog a prova di bomba o un fantastico podcast come pietra miliare del tuo contenuto, ma è più efficace a lungo termine (e anche necessario per le grandi aziende) avere una visione d’insieme e creare un contenuto che possa prender vita con svariate forme, attraverso diverse piattaforme e che possa essere indirizzato a molteplici audience.

1. Top list

Le top list funzionano grazie al grande potere che attraggono i titoli, sono capaci di catturare l’attenzione molto facilmente, infatti ogni titolo che contenga un determinato numero di dettagli, segreti, categorie o consigli funzionerà in quanto renderà chiaro al lettore ciò che può aspettarsi dopo aver cliccato sull’articolo in questione.

Per fare un semplice esempio, considera questo articolo che stai leggendo ora: questi tipi di post sono perfetti per costruire autorevolezza e dimostrare che sei un esperto nel campo di cui ti occupi, quindi, come puoi vedere, le top list sono ottimi strumenti per raggiungere gli obiettivi che si pone il tuo contenuto per svariate ragioni:

  • Sono scremabili: i lettori possono facilmente accedere a uno stralcio di contenuto da cui riescono ad avere l’esatta informazione di cui hanno bisogno. Per tutti coloro che invece preferiscono scrollare velocemente la pagina, il video è un’ottima soluzione – per saperne di più scrolla fino al punto 8.
  • Sono semplici da digerire: raggruppando le varie informazioni che intendi fornire alla tua audience sotto forma di lista, alleggerirai il lavoro dei tuoi lettori che potranno visualizzare facilmente i vari contenuti e digerirli meglio.
  • Attraggono facilmente l’attenzione: uno degli obiettivi del tuo contenuto dovrà essere quello di generare interazione e commenti da parte dei tuoi lettori e in questo le liste sono formidabili.

Pensa a quando sei sui social media, quante volte vedi un articolo condiviso sul tuo feed di Facebook o Twitter? Questo perché i siti più popolari hanno cambiato le carte in tavola per ciò che riguarda le top list.

2. Curation

La content curation ti permette di inserire i post migliori e più rilevanti del tuo settore e di presentarli in modo tale che risultino semplici ma frizzanti, così il valore trasmesso ai tuoi clienti che arriva dalla curation, verrà attribuito al tuo brand, il che porterà una ventata di autorevolezza alla tua azienda.

In fin dei conti la curation, anche condotta su piccola scala, può essere realmente un grande risparmio di tempo e, se stai faticando per trovare delle idee per il tuo blog, puoi optare per la content curation per evitare il blocco dello scrittore, in questo modo i tuoi contenuti saranno freschi e riusciranno a trasmettere il proprio valore ai visitatori.

3. Paragoni e revisioni

Con le piattaforme di shopping online che abbiamo oggi, le persone passano molto tempo a paragonare i vari prodotti che trovano, pertanto se sei una società e-Commerce, il tuo lavoro sarà quello di aiutare i visitatori educandoli sui tuoi prodotti. Aggiungendo un paragone alla tua descrizione, la tua pagina diventerà ancora più utile ai tuoi visitatori, rispetto alle solite pagine standard che si trovano ovunque. Di conseguenza, loro non solo vedranno il tuo sito come una fonte attendibile, ma anche come uno strumento di ricerca; ottimi esempi ne sono Amazon.com o anche Zappos.com.

Lettura correlata:
30 idee che ti ispireranno a sviluppare i contenuti per il tuo blog

Quando una persona fa una ricerca finalizzata a un acquisto, vorrà sicuramente raccogliere più informazioni possibili, così da poter confrontare più opzioni. L’obiettivo della revisione, qui, non riguarda il fatto che possa piacere o meno qualcosa, quanto aiutare gli altri a capire se il prodotto in questione debba o meno essere comprato.

Se riuscirai a fornire questo tipo di informazioni all’utente, egli sarà molto più propenso a fare la propria analisi basandosi sui dati che fornisci sul tuo sito. Il paragone di un prodotto o la revisione di un servizio costituiscono una parte fondamentale nel contenuto e aumentano le probabilità di convertire dei navigatori in acquirenti, infatti il content marketing prima di avere come obiettivo la vendita ha quello dell’essere utile e di aiuto.

4. Pagine delle fonti

Una pagina delle fonti generalmente consiste in una selezione di più articoli o contenuti che trattano un argomento specifico, il quale, idealmente, genera molta attività di ricerca e risponde alle domande più comuni. La tua pagina delle fonti dovrebbe avere un’attenzione particolare all’argomento di cui si occupa il tuo settore, pertanto gli articoli che conterrà dovranno mostrare solo il meglio che la tua azienda ha da offrire.

Una buona pagina delle fonti, oltre a catturare l’attenzione di tutti quei lettori che amano inserirle nei segnalibri e condividerle, ti darà l’opportunità di includere delle call to action o dei moduli di iscrizione al fine di incrementare il tuo tasso di conversione, senza contare tutti gli altri vantaggi per i blogger:

  • Le pagine delle fonti possono realmente incrementare il tempo che i tuoi visitatori passano sul tuo sito.
  • Se diffondono qualità e contenuti utili, i lettori capiranno che il tuo brand è affidabile.
  • Riescono a stabilire il livello di esperienza della tua azienda su un argomento in particolare, il che ti permetterà di collegarti ad altre persone del tuo campo.

La morale è che le liste delle fonti che utilizzi sono capaci di generare molto traffico e parecchi backlink sul tuo sito, quindi, se fatte in maniera corretta, possono anche agire come un “contenuto evergreen” o, in altre parole, come un contenuto che sarà sempre giudicato rilevante e di qualità, il che vuol dire che con un piccolo stralcio di contenuto, il tuo brand potrà godere di tutti i vantaggi che può negli anni a venire.

Lettura correlata:
Hai dimenticato di aggiornare il blog? Ecco i 7 segnali negativi che ricevono i visitatori

5. Interviste

Intervistare gli esperti di un settore per scoprire come affrontano dei problemi particolari nella loro azienda e quali strumenti utilizzano per risolverli, è una delle forme più importanti di contenuto che tu possa creare, infatti puoi porre delle domande per chiedere la loro opinione sui trend del settore o per conoscere le loro prospettive sul mercato, in ogni caso le possibilità che avrai sono infinite.

Hai 3 diversi metodi di scelta per condurre un’intervista:

  • Attraverso la scrittura: invia un’email personalizzata che includa 10 o 15 domande da rivolgere agli esperti che intendi intervistare e chiedi all’interessato di rispondere a 8 domande o giù di lì, poi posta il testo dell’intervista allegandoci una biografia e un’introduzione e…boom! Avrai concluso il tuo contenuto grazie a un’email, il modo più semplice per ottenere un’intervista.
  • Telefonicamente: contatta il tuo intervistato e chiedigli un’intervista per telefono; anche qui, dovrà rispondere a 8 domande o più se la situazione lo richiede.
  • Attraverso un video: in questo caso hai l’opzione di fare un’intervista tramite webcam oppure poi cogliere la palla al balzo durante una conferenza e fare un’intervista improvvisata. Ricorda che i video di questo genere dovranno essere brevi al fine di poter meglio catturare l’attenzione dell’utente.

Conversando di giorno in giorno con altri esperti nel tuo settore, avrai la possibilità di scalare la vetta nel tuo campo e, in questo caso, le interviste, che possono diventare ottimi post e generare molto traffico sul tuo sito, in particolare quando nomini persone molto importanti, dimostrano che il tuo obiettivo è raggiungere sempre il miglioramento.

6. Riepiloghi

Generalmente i riepiloghi portano molti esperti a dialogare intorno a un unico argomento, il che dà loro la possibilità di dare consigli, in particolar modo se l’oggetto di cui si parlerà sarà abbastanza allettante da rendere gli esperti del settore estremamente felici di poter condividere la loro conoscenza con gli altri. I riepiloghi saranno utili anche per i tuoi lettori, visto che potranno estrapolarne ottimi consigli da chi ne sa più di loro in quel determinato campo.

La strategia che si trova dietro questo contenuto è molto semplice: presentare la conoscenza di altri esperti nel tuo settore e accedere al loro network o alla loro audience. I riepiloghi ti permettono di collaborare con altri leader e di lavorare al fine di fornire il miglior contenuto che puoi creare ai tuoi utenti, i quali potranno stabilire se sei anche tu un esperto e un curator di un ottimo contenuto ricco di informazioni.

Utilizza questo contenuto per introdurre ai tuoi lettori delle nozioni fondamentali e utili, indipendentemente dalla nicchia di mercato a cui ti stai rivolgendo.

Lettura correlata:
20 idee Plug-N-Play per scrivere post UNICI

7. Infografiche

Un’ infografica è un grafico, una rappresentazione visiva di informazioni attraverso l’impiego di immagini e parole e un metodo unico per raccogliere una grande varietà di nozioni da comunicare attraverso un formato interessante e condensato. Spesso si servono anche di grafici e tabelle, dipende da chi li progetta, e possono trasformarsi in un’opera d’arte completa di un bel design e caratteri tipografici visualmente accattivanti.

Le possibilità che offre un’infografica sono davvero illimitate, infatti quando si tratta di creare un contenuto, è proprio l’ideale. Tutti sembrano amarlo anche perché è semplice da utilizzare e molto rapido, nonché perfetto per girare fra i vari social.

Quando qualcuno vede un’infografica abbastanza cool, si collegherà a quel link dalla sua pagina, lo includerà nel proprio sito o lo posterà sul proprio blog, così quando verrà condiviso quel contenuto, nel sito verrà accreditata la pagina del link in questione. Grazie alle sue caratteristiche, un’infografica rappresenta un ottimo metodo per generare traffico e, soprattutto, link, il che tra l’altro è uno dei più grandi vantaggi che offre.

8. Video

Potrà anche sembrare ovvio, ma YouTube è diventato un gigantesco strumento di marketing utilissimo a tutti i marketer, i quali se ne servono frequentemente per spiegare le proprie strategie. Dato che però l’attenzione di un utente dura molto poco, il consiglio che posso darti è quello di fare dei video che durano dai 2 ai 5 minuti. Ad ogni modo, puoi utilizzarli per qualsiasi argomento, infatti i video sono sia di tipo istruttivo che divertente: l’unico limite è la tua immaginazione.

Vi sono molti posti dove pubblicare un video: tutti conoscono YouTube, ma c’è anche Vimeo e altri siti che ti permettono di postare ciò che vuoi su più canali. Se riuscirai a ottimizzare al meglio le tue produzioni e a fare in modo che sempre più persone ne parlino, queste saliranno nella classifica dei motori di ricerca e dirigeranno sempre più traffico al tuo sito e, aggiungendo un po’ di divertimento a uno standard per la qualità del tuo video, incrementerai anche le possibilità di creare contenuti sempre migliori che genereranno più traffico, più lead e che, nella migliore delle ipotesi, diventeranno virali.

In uno dei miei post precedenti, ho menzionato il fatto che molti argomenti vengono trattati meglio se esposti tramite dei video. A volte è anche semplice farne uno per rispondere a una domanda della tua audience piuttosto che scrivere parole su parole, senza contare che i video possono trasformare un’idea banale o indifferente in qualcosa di meraviglioso che genererà molto traffico sul tuo sito.

Insomma, puoi produrre contenuti scritti “passo per passo” che contengano ottime illustrazioni, ma l’idea del video è davvero diversa e soprattutto molto più dinamica.

Lettura correlata:
[Ebook Gratuito] Guadagnare con un blog

In base alla mia esperienza personale che ha visto anche dei video non così professionali, posso dire che la chiave per il successo è rilassarsi, divertirsi e sperimentare nuove idee, perché i video, con quest’atmosfera calma e tranquilla, riescono molto bene e di conseguenza porteranno più visualizzazioni, traffico, lead e tutto il resto.

9. Webinar

I webinar sono dei seminari svolti sul web, delle presentazioni live dove gli utenti possono partecipare da casa. Sono un metodo fantastico per raccogliere tutti i clienti insieme da ogni parte del pianeta, l’unico limite è un accesso a internet e l’ora in cui inizia. Per gestire connessione e presentazione, puoi utilizzare dei servizi appositi come GoToMeeting.com, On24.com oppure Webex.com.

I webinar sono anche un ottimo strumento per mostrare la conoscenza che hai del tuo settore e sono anche eccellenti per parlare direttamente con i tuoi clienti, infatti attraverso i webinar hai a disposizione più tempo da dedicare alla tua audience, il che ti dà la possibilità di mostrare la tua leadership e tutta la tua conoscenza.

Dato che richiedono una registrazione per poter partecipare, puoi ottenere i nomi e le email di tutti i partecipanti che potrai poi aggiungere alla tua mailing list.

10. Guide gratuite

Una guida gratuita normalmente di 10/12 pagine ed è un documento che aiuta a saperne di più sul tuo prodotto, servizio o azienda. Gli argomenti possono riguardare qualsiasi cosa, dipende sempre dal tipo di settore in cui ti trovi.

Ci sono 3 ragioni diverse per cui personalmente adoro il concetto di guida gratuita:

  • Genera lead: includi un piccolo modulo nella tua guida così avrai modo di costruire la lista dei tuoi contatti e dei tuoi lead.
  • Attrae link: una guida gratuita permetterà a webmaster e blogger di dirigere più traffico e avere più clienti.
  • È a lungo termine: proprio come un’ottima pagina delle fonti, in base all’argomento, le guide possono anche diventare dei contenuti evergreen, riescono a portare enormi vantaggi al tuo brand anche per gli anni a venire.

Le guide gratuite offrono alla tua audience targhetizzata solide informazioni che poi contribuiranno ad affermare il tuo brand come affidabile e autorevole, pertanto questo tipo di contenuto farà in modo di incrementare il tuo livello di engagement con i potenziali lead e di costruire relazioni vantaggiose semplicemente rispondendo a delle domande.

Ogni tipo di contenuto ha i propri vantaggi, ma un portafoglio ricco di tutti i contenuti sopracitati ti assicurerà il raggiungimento dei tuoi obiettivi nel marketing e ricorda di divertirti, di avere sempre una mente aperta e di creare contenuti di volta in volta migliori per i tuoi follower.

L'autore del post

Stefan Des

31 anni, Internet Marketer dal 2007, padre di una splendida bimba di 3 anni. Appassionato di tecniche di vendita, di marketing e di Kayaking. Conosciuto per i best seller della serie "Explosion" e per aver aiutato oltre 7000 imprenditori ed aziende ad aumentare i profitti dei loro Business Online.

Lascia un commento