Comunicazione

8 strategie inedite per scrivere una cover letter di successo

é non sei di fretta? Ti chiedi perché dovresti?

Bè, dovresti perché il lavoro dei tuoi sogni ti sta aspettando. Quel posto fantastico per cui fai tardi in ufficio per lavorare sull’ultima campagna, quel lavoro dei sogni che ti calza a pennello e dal quale sarebbe un incubo doversi congedare.

Hmm, non l’hai ancora trovato? Sei esattamente alla distanza di una  cover-letter di successo dal tuo lavoro dei sogni. Quindi se non vuoi passare il resto della tua vita lavorativa bloccato in un noioso lavoro, prova a usare un po’ di fantasia. Ecco a portata di mano alcuni segreti per scrivere una lettera di presentazione di sicuro successo.

Innanzitutto, rivediamo velocemente quali sono gli obiettivi principali di una cover letter:

  1. la cover letter deve farti emergere dalla massa, provare che sei proprio tu l’uomo (o la donna) giusta per quel lavoro,
  2. dimostrare che ti cadrà sicuramente a pennello perché tu sei nato per lavorare in quel posto.

La maggior parte della gente fallisce su questi due punti e li mette nelle condizioni di essere perdenti fin dall’inizio. Questa gente non realizza l’importanza di una buona lettera di presentazione e quindi non arriva nemmeno ad ottenere la possibilità di dimostrare che sarebbero i migliori per una certa posizione.

Per scrivere una cover letter di successo innanzitutto devi pensare come se fossi un recruiter. Considera che questa persona passa dalle 8 alle 10 ore al giorno a parlare con condidati e a leggere cover letter. E dire leggere è una parola grossa!

La realtà è più vicina a “dare una letta” alle lettere 🙂 . Quando troveranno una parola o una frase un po’ diversa in una cover letter usciranno dal torpore per chiamarti più velocemente di quanto tu sia in grado di pronunciare il tuo stesso nome.

Esistono molti trucchi e consigli su come scrivere una cover letter di successo, ma qui troverai quelli meno banali che fanno la differenza tra trovare lavoro o finire all’ufficio di collocamento. Quando la tua mission è raggiungere il successo, non devi aver paura di provare qualcosa di nuovo, come frasi ed espressioni che non hai mai utilizzato prima in una lettera di presentazione.

Lettura correlata:
10 libri che aiutano a crescere

Qui hai a disposizione alcuni geniali consigli su come scrivere una cover letter che ti aiuterà ad ottenere il lavoro dei tuo sogni, immediatamente.

1) Personalizza l’incipit

Quando navighi su internet e leggi i titoli delle notizie, clicchi su quello che risulta diverso dal “gregge”, giusto? I recruiter fanno lo stesso. Abbandona gli schemi e inizia la tua cover letter con qualcosa di umano come “Sono entusiasta di candidarmi come marketing assistant presso la vostra azienda..” Se vuoi catturare ancora più attenzione, vai oltre le regole e rompile: una storiella o una poesia possono essere il trucco vincente per un lavoro creativo.

Se ti candidi per una posizione che richiede molta organizzazione, allora organizza la tua intestazione. Sta a te trovare il modo con cui farlo, dopo tutto, sei tu l’uomo/ la donna giusta per questo lavoro, o no?

2) Invia la tua incredibile cover letter alla Manager delle Risorse Umane

La maggio parte della gente invia lettera di presentazione con cv al l’intero dipartimento delle Risorse Umane. Ma se ti prendi un paio di minuti per cercare il manager delle HR e indirizzare la lettera direttamente a lei/lui, questa persona leggerà per primo il tuo cv col sorriso, avendo colto che avrai speso del tempo per trovare il suo nome e il suo indirizzo email.

3) Sii sincero e racconta la tua storia personale

Gli esseri umani sono guidati dalle emozioni, a prescindere da età, genere o stato. Noi amiamo i racconti, per questo motivo un bambino non smetterà mai di intrufolarsi tra le braccia della mamma per ascoltare una storia. Essere sinceri è un altro must.

Ora combina questi 3 ingredienti e cogli l’essenza di ciò che ti ha fatto sognare quella particolare posizione in quell’azienda. Spiega al recruiter come un certo prodotto ha influenzato la tua vita o come sei arrivato a vedere il mondo da un altro punto di vista dopo aver conosciuto il loro brand.

Per esempio, se ti stai candidando come giornalista puoi raccontare quanto ti ha toccato la morte prematura di un giornalista andato all’estero per raccontare la storia di crudeli guerre che coinvolgono innocenti comunità.

Lettura correlata:
Diverso tipo di contenuti per diversi tipi di thinker

Raccontare la tua storia, funziona!

4) Sviluppa il tuo CV

Dopo che ti sei presentato al recruiter, è tempo di sviluppare la tua storia entrando nel merito delle tue capacità e dei tuoi precedenti successi.

Il tuo CV non fa altro che elencarli, quindi questo à il momento in cui hai la possibilità di spiegare cosa hai veramente fatto nella tua carriera. Fa che questa parte sia il cuore della tua lettera di presentazione.

Per esempio: “Quando ero un social media manager, ho gestito 25 pagine facendo aumentare la loro popolarità del 25%” Un altro grande esempio potrebbe essere: “Riesco sempre a mantenere la calma durante una situazione di crisi: sono riuscito a consegnare la traduzione in tempo nonostante il traduttore si fosse ammalato e avessi dovuto cercare un sostituto solo due ore prima della consegna.

Questo è anche un momento in cui è giusto parlare della propria personalità, nessuno vuole lavorare con una persona lunatica e ansiogena. Inserisci alcune delle tue principali caratteristiche e sii sicuro di selezionare quelle che ti possano aiutare a ottenere il lavoro.

Per un giornalista per esempio, una certa curiosità è un bene prezioso. Allo stesso tempo, l’attenzione ai dettagli è essenziale per contabili e venditori.

5) Dimostra che sai come portare a termine il lavoro

Auto elogiarsi è alquanto indesiderabile in una lettera di presentazione, a meno che tu non sappia esattamente come farlo! Un datore di lavoro deve sapere che sei in grado di arrivare, prendere in mano un progetto e consegnarlo in tempo, senza gravi errori.

Tutti i lavori hanno un determinato prerequisito o compito che può essere messo in cima alla lista o che può anche essere nascosto tra le righe. In qualunque dei casi, individua tale prerequisito e specifica cosa faresti per migliorare le cose e per far andare avanti tutto più fluidamente.

Per esempio scrivi un paragrafo dove spieghi cosa faresti se fossi in una certa posizione, in base alle tue capacità e ai tuoi punti di forza.

Se hai qualche idea fuori dagli schemi mettila per iscritto anche se non risponde esattamente a quello che l’azienda sta cercando. Questo dimostrerà che hai delle idee interessanti e che potrai portare una ventata di freschezza in azienda, se ti verrà richiesto. Inoltre una buona idea equivale ad una buona storia, e questo ha lo stesso impatto sul lettore.

Lettura correlata:
9 modi per diventare una donna influente

6) Sii sincero. Di nuovo.

Tutti i recruiter vogliono sapere perché pensi di essere la persona migliore per coprire quella certa posizione, cosa che tu hai già spiegato nel cuore della tua cover letter.

Ma loro vogliono anche sapere che sei abbastanza modesto per essere assunto e per essere in grado di eseguire degli ordini. Il modo migliore per dimostrare che sei una persona mite, docile, è essere sinceri, di nuovo.

Non sai se in fin dei conti verrai assunto quindi dillo chiaramente. Puoi dire che sei orgoglioso di essere considerato per questa posizione, che è un modo equilibrato per chiudere la tua presentazione.

7) Una cover letter di successo, con un finale di successo.

Hai presente come Seherezade è riuscita a sopravvivere alle 1001 notte? Non ha mai raccontato al sultano la fine della storia. Mettila in questo stile e chiudi rapido: “Cordialmente…” e hai fatto. Se sei riuscito a destare l’attenzione del recruiter e hai fatto in modo che lui voglia sapere di più di te, ti richiamerà.

8) Gioca con le parole e stabilisci un legame

Parlando di come colpire i recruiter è molto importante quanto riesci ad essere familiare con il recruiter. Una lettera di presentazione di successo inizia tra due estranei e finisce tra due conoscenti, quindi calcola bene come e quando parlare di “tu” e dei “tuoi”.

Il momento migliore è quando si passa dalle presentazioni iniziali alla tua storia, alla fine della parte dove racconti come sei venuto a conoscere l’azienda e come ha influenzato le decisioni legate alla tua carriera, inizia a giocare sulle emozioni del lettore e colpisci la sua anima. In questo modo lo legherai a te e quando la storia finirà col quel brusco e sintetico finale, lui vorrà sicuramente sapere di più di te.

E questo vuol dire che la tua cover letter ha colpito nel segno!

E tu? Hai altri suggerimenti per realizzare una presentazione di successo? Condividila nei commenti.

L'autore del post

Stefan Des

31 anni, Internet Marketer dal 2007, padre di una splendida bimba di 3 anni. Appassionato di tecniche di vendita, di marketing e di Kayaking. Conosciuto per i best seller della serie "Explosion" e per aver aiutato oltre 7000 imprenditori ed aziende ad aumentare i profitti dei loro Business Online.

Lascia un commento

3 commenti