Business Online Traffico web

Meglio generare più traffico o avere un migliore tasso di conversione?

Quando si tratta di capire dove e quando focalizzare i tuoi sforzi di marketing, le decisioni non finiscono mai: ti troverai spesso a fare una scelta dietro l’altra e ti chiederai se è più importante generare traffico o concentrarti prima nell’incremento del tasso di conversione.

Questa è una domanda trabocchetto perché è come se qualcuno ti chiedesse se volessi guadagnare di più il martedì o il mercoledì: tutti gli imprenditori vorranno guadagnare il massimo tutti i giorni della settimana 🙂 .

Il traffico

Naturalmente il traffico è molto importante in quanto senza nessun visitatore, non vedrai nessuna vendita. Tuttavia non tutti i tipi di traffico sono utili.

Pensa di avere appena aperto un fast food a pochi passi dalla superstrada: il tuo locale è molto carino ma nessuno sa che ti trovi lì. Mettiamo che tu decida di mettere un’enorme insegna sulla superstrada che dica “Ragazze nude!”: esso porterà un gran numero di persone a visitare il tuo locale perché si aspettano ragazze nude…

Quindi, cosa succederebbe se, pensando di incontrare un gruppo di ragazze, si ritrovassero di fronte a dei panini? Anche se il tuo cibo sarà ottimo, molte di quelle persone si aspettavano tutt’altro, quindi se ne andranno infastidite e arrabbiate perché non solo li hai ingannati, ma hai fatto perdere loro del tempo.

Sarai d’accordo con me nel dire che questo incremento di traffico non è stato di aiuto in quanto sbagliato: sono arrivate numerose persone ma nessuno procede all’acquisto. Ecco perché in molti pensano che il tasso di conversione sia molto più importante del traffico.

D’altro canto, però, se riesci a generare il giusto traffico questo ti porterà sicuramente più conversioni. Quindi, se il tuo cartellone contiene immagini di panini appetitosi e dissetanti bevande, allora inizierai ad attrarre quei potenziali clienti che compreranno qualcosa da te, in quanto stai offrendo loro proprio ciò che cercano.

tasso conversione traffico

 

Tasso di conversione 

A volte però generare il giusto traffico non è abbastanza ed accade che, pur avendolo, il tasso di conversione rimane invariato.

Lettura correlata:
8 consigli per organizzare un ufficio produttivo (in casa!)

Torniamo all’esempio del fast food: arriva una famiglia che aspetta solo di mangiare un panino e delle patatine fritte, il che è proprio ciò che puoi offrirgli, ma il parcheggio è pieno e non hanno un posto dove poter parcheggiare, così decidono di passare per il drive, ma il microfono non funziona. In questo caso hai le giuste persone che sono disposte a spendere del denaro per te, ma vista la situazione andranno in un altro locale e tu le perderai.

Ce l’avevi quasi fatta, avevi il giusto traffico ma non sei riuscito a farlo convertire: ecco perché hai bisogno inizialmente di focalizzarti sulle conversioni e in seguito sul traffico. Per intenderci, una volta che avrai panini e patatine fritte a disposizione, parcheggio disponibile e drive funzionante, potrai generare tutto il traffico che vuoi.

Come incrementare il tasso di conversione

Ci sono molte cose che puoi fare per incrementare il tuo tasso di conversione e una strategia è quella di controllare i nuke button, quei tasti che inavvertitamente distruggono le tue conversioni. Puoi eliminarne alcuni come il “svuota carrello” e il “resetta modulo”: vorresti davvero facilitare ai tuoi clienti il percorso per svuotare il loro carrello ed eliminare le proprie informazioni?

Tutto quello che serve per evitare di complicare la vita ai potenziali clienti, va eliminato!

Come incrementare entrambi

Dovrai focalizzarti sull’ottimizzazione sui motori di ricerca per individuare le keyword migliori, in seguito a dei test che farai per vedere quali sono quelle che convertono di più. Se vedi che stai generando traffico da keyword che non convertono, eliminale e focalizzati su quelle che invece portano più clienti.

Assicurati che il tuo sito sia semplice da esplorare, quindi elimina tutto ciò che possa rendere difficoltosa la navigazione, in modo che i tuoi clienti abbiano un semplice accesso alle informazioni di cui hanno bisogno. Anche se non vuoi fare nessun tipo di pressione sui tuoi visitatori, una volta che hanno deciso di acquistare, fai in modo che procedano alla conclusione della transazione il prima possibile.

Lettura correlata:
11 modi per attivare gli utenti

Cerca di attrarre anche l’attenzione di quei visitatori che magari non sono subito propensi all’acquisto, ma che torneranno più in là per farne uno, attraverso la gestione di promozioni e l’aggiornamento del tuo blog con informazioni sempre  utili: rendi ai tuoi clienti le cose semplici, permettendo loro di iscriversi, seguirti e condividere i tuoi contenuti senza problemi.

È una questione di priorità

Focalizzati innanzitutto sulle conversioni e, una volta preparato il terreno, fai in modo di generare più traffico possibile – quello giusto però.  Anche perchè generare traffico, è una questione di lavoro, impegno e soldi, e vorrai ottenere quante più vendite possibili prima di dedicarti a raggiungere più persone.

Mettendo in pratica questi consigli non dovrai più scegliere tra traffico e tasso di conversione, ma riuscirai a focalizzarti su una cosa alla volta per aumentare davvero il fatturato della tua azienda 😉 .

L'autore del post

Stefan Des

31 anni, Internet Marketer dal 2007, padre di una splendida bimba di 3 anni. Appassionato di tecniche di vendita, di marketing e di Kayaking. Conosciuto per i best seller della serie "Explosion" e per aver aiutato oltre 7000 imprenditori ed aziende ad aumentare i profitti dei loro Business Online.

Lascia un commento