Content Marketing

I 4 migliori consigli mai sentiti per scrivere titoli killer

Quante volte sei stato attirato da titoli altamente persuasivi, che inconsciamente spingevano il tuo dito a cliccare sul link?

E quante volte ti sei incavolato quando è hai trovato ZERO coerenza tra il titolo e il contenuto?

Purtroppo è così, molte persone lo fanno apposta. Scrivono titoli di articoli iper persuasivi anche se il contenuto è povero, o non corrispondono a quello promesso nel titolo.

E’ un modo per ottenere più click ovviamente e vuoi o non vuoi prima o poi dovrai usarlo anche tu.

Di certo non dovrai concentrarsi solo sul titolo e non dovrai di certo prendere in giro i tuoi utenti ma, sta di fatto che un titolo è la cosa più importante anche se hai scritto il post del secolo, se non gli dai il giusto titolo quasi sicuramente passerà inosservato nel calderone del web.

E’ come la copertina di un libro in un certo senso. Non hai mai giudicato un libro solo dalla copertina? E quello che succede anche agli articoli.

Quindi il problema è più complesso. Scrivere un titolo avvincente e persuasivo non è di certo una passeggiata ma scriverlo anche coerente al contenuto e senza fregature per il lettore è senz’altro uno di quegli elementi che oltre al click ti portano un lead o un lettore fedele.

Ecco quindi 4 consigli per rendere meno pesante la ricerca e il lavoro, senza passare come il furbetto di turno.

1) Comunica con una struttura

Come ben sai i migliori titoli sono quelli che comunicano una soluzione (Come fare per… , X Step per arrivare a…) o che trasmettono un certo valore (5 consigli per… , 12 modi per…). Questi titoli, creano nella mente delle persone un’aspettativa, trasmettono in poche parole quello che l’utente troverà all’interno dell’articolo.

Inoltre non sottovalutare la potenza dei numeri che come ben sai ricevono almeno il 20% del traffico in più.

E non sottovalutare neanche l’essere vago. La curiosità, l’essere misterioso porta le persone a scoprire il resto, quindi a cliccare sul titolo dell’articolo ovunque esso sia.

Dai una forma e non avere paura di usare aggettivi strategici. Parole come “Inedito, pauroso, straordinario, sensazionale, mai sentiti, migliori, nascosto, ultimo, misterioso, etc etc etc” fanno parte di questo lavoro e avere paura di usarle possono significare perdere una bella fetta di nuovi lettori.

Il titolo è l’elemento con il quale un utente può valutarti interessante o noioso in una frazione di secondo ed avere dei titoli interessanti e con una certa struttura gli aiuterà ad etichettarti come una persona a cui dare udienza, un valore ben più importanza di un semplice click ;-).

Lettura correlata:
Information Business: 6 ragioni sul perchè creare il tuo

2) La parola chiave indiscussa

Vuoi o non vuoi, devi assolutamente inserire una parola chiave nel titolo, anche se certe volte è più facile trovare titoli che non la comprendono.

Ricorda che un titolo deve lavorare bene per 2 differenti audience:

  1. Il pubblico del tuo blog
  2. Il pubblico che naviga sui motori di ricerca

Nel primo caso il titolo accattivante serve per prolungare il tempo trascorso sul sito, nel secondo per stimolare il click dell’utente che sta cercando un determinato contenuto, su Google in primis.

In ogni caso la parola chiave è indiscussamente necessaria.  La Keyword serve per categorizzare il contenuto e far capire all’utente in una frazione di secondo di cosa stai parlando.

Se hai difficoltà nel piazzare la keyword ricorca che puoi sempre inserirla all’inizio ([keyword] + titolo o keyword: + titolo) anche se vuoi usare un titolo misterioso e vago.

 3) Scrivi per il tuo cliente ideale

Alla fine, se non sei pagato da qualcuno per scrivere, stai scrivendo per raggiungere un obiettivo, per vendere qualcosa.

Ebbene il miglior consiglio per creare titoli killer è scrivere per il tuo cliente ideale.

Chi sa meglio di te che tipo di persona acquista i tuoi prodotti e servizi? Se scrivi PER LUI non avrai problemi a scrivere titoli (o meglio contenuti) che sono irresistibili per il tuo pubblico ideale.

Alla fine, anche se hai trovato il titolo giusto, se non scrivi per attrarre le persone giuste… cosa scrivi a fare? Il nostro obiettivo non deve mai essere dimenticato!

Anche se lavori in una piccola nicchia, non conta raggiungere 1000 visitatori se la maggior parte di essi non sarà interessato a quello che fai per vivere ;-).

Inizia a farti delle domande e analizzare le persone che sono già tue clienti.

Chi sono? Cosa cercano? Quali problemi incontrano? Cosa vorrebbero da una persona come te?

Con le risposte in mano ti sarà più facile capire chi è il tuo cliente ideale e di conseguenza scrivere i titoli giusti per attrarli.

3) Copia ed incolla le domande degli utenti

Beh ad essere sincero non è proprio così, il copia e incolla non va proprio bene ma dovevo scrivertelo per fartelo capire meglio 🙂

Lettura correlata:
Come usare il tuo blog per ottenere riprova sociale e autorità

Le persone che ti scrivono, i tuoi clienti, i tuoi fan, le persone con cui discuti sono quelle che letteralmente creano contenuto.

Le loro domande sono i contenuti che il tuo pubblico vuole e non c’è titolo che tenga difronte a informazioni che un pubblico sta cercando.

Tieni un archivio delle domande degli utenti. Io ogni tanto navigo tra i ticket del mio help desk per trovare qualcosa di utile e credimi, non resto mai deluso :-).

4) L’ispirazione è la radice più robusta

Forse sono io che ormai la faccio semplice ma… cosa c’è di meglio di un pò di approfondimento sui tuoi siti preferiti?

Le risorse che usi per tenerti aggiornato, quelle che usi per tua cultura personale sull’argomento o anche per spiare la tua concorrenza sono le risorse migliori per trovare l’espirazione per nuovi titoli.

Essendo del mestiere ti capiterà storcere il naso su un articolo o una semplice frase che tu avresti scritto diversamente. E’ qui che deve agire la tua ispirazione!

Trovare nuove idee per titoli accattivanti (e per nuovi contenuti) sarà semplicissimo usando la tua lista di risorse utili.

Inoltre, non sottovalutare la lettura di giornali, dei social media, degli archivi e delle newsletter. Sono tutti luoghi dove, ovviamente senza copiare, possono ispirarti nel trovare titoli che… funzionano. 😉

Conclusioni

Scrivere titoli che attraggono traffico web non è per niente semplice, forse è anche più difficile dello scrivere un articolo intero. Ma sta di fatto che il titolo rappresenta il fattore più importante che decide da solo quanto traffico riuscirai ad ottenere e quanto traffico riuscirai a fidelizzare attraverso il tuo blog, bene da tenere a mente :-).

Se hai dubbi o domande, lascia un commento qui sotto 😉

 

L'autore del post

Stefan Des

31 anni, Internet Marketer dal 2007, padre di una splendida bimba di 3 anni. Appassionato di tecniche di vendita, di marketing e di Kayaking. Conosciuto per i best seller della serie "Explosion" e per aver aiutato oltre 7000 imprenditori ed aziende ad aumentare i profitti dei loro Business Online.

Lascia un commento

1 commento