Brand Management Business Online

Guida per principianti per pubblicare un ebook

Se stai leggendo questo post, probabilmente avrai già scritto qualcosa o hai un’idea in mente per un libro, pertanto ciò che vorrai sapere è su cosa dovrai focalizzarti prima di diventare un autore di ebook.

Il self publishing oggi è molto più semplice di quanto si possa pensare, l’unica cosa più difficile è di diventare un autore affermato parlando di un particolare argomento.

Potresti scrivere un ebook su Windows 8, sulla fotografia, su come delineare le proprie idee oppure indirizzare il contenuto a un preciso target di persone come web designer, programmatori o fotografi, ma a parte il contenuto, per scrivere e pubblicare un ebook dovrai tenere conto di alcune questioni fondamentali, dal design al formato con cui pubblicarlo.

Se ne hai già pubblicato uno e hai ulteriori consigli da aggiungere a questi, ti prego di condividerli nei commenti qui in basso!

1. Prime pagine

Frontespizio

Contiene il titolo del libro, il nome dell’autore, luogo e anno della pubblicazione, l’editore e alcune illustrazioni.

Copyright

Questa pagina contiene informazioni sul copyright, l’edizione del libro (se c’è più di una versione), l’ISBN e il nome del designer (se necessario).
Una volta frontespizio e copyright erano in un’unica pagina.

Introduzione

Permette all’autore di dare uno sguardo d’insieme all’argomento del libro; nella versione cartacea veniva suddivisa in più sezioni, ognuna con uno scopo diverso:

  • Una pagina per la dedica dove l’autore indicava il destinatario a cui era dedicato il libro (a volte scrivendo alcune righe, altre con una poesia).
  • Una pagina per la premessa in cui l’autore spiegava in che modo l’idea del libro doveva essere percepita.
  • Una pagina per la prefazione scritta da qualcuno che non fosse l’autore, ma una persona collegata a lui, al libro o all’argomento.
  • Una pagina per i ringraziamenti in cui l’autore esprime la propria gratitudine agli editori, agli amici e alla famiglia per averlo aiutato nel proprio lavoro. Nei romanzi questa pagina si trova alla fine.

Per gli ebook non c’è la necessità di fornire tutte le pagine sopracitate, solo quelle che si ritengono più opportune.

Lettura correlata:
7 tattiche per avere un efficace Lead Magnet (e perché non dovresti scrivere un gigantesco e-book)

Indice

E’ la pagina in cui elenchi i capitoli e le pagine corrispondenti, una sorta di mappa del libro. La cosa più bella degli ebook è che puoi inserire dei collegamenti ipertestuali in modo da rimandare l’utente che ci clicca direttamente alla pagina di quel capitolo.

2. Ultime pagine

Se stai scrivendo un libro di fantasia, puoi inserire il tuo epilogo (una sorta di ultimo capitolo in cui si “sistemano le cose” della vicenda) alla fine, mentre per tutti gli altri tipi di libri, generalmente, si utilizza una postfazione (una sorta di conclusione).

Tutti gli ebook dovrebbero contenere una bibliografia o dei riferimenti in cui vengono riportati tutti i libri o i contenuti utilizzati, i cui dettagli – autore, titolo, editore, anno di pubblicazione, URL, ecc. – aiuteranno il lettore a ritrovare quel riferimento più facilmente.

3. Corpo del testo

Questa è la parte in cui la stragrande maggioranza degli autori di solito non ha problemi e se li avessero allora non si dovrebbe pensare subito alla pubblicazione, ma a una sorta di scaletta dell’argomento di cui si vuole trattare o a un riassunto a grandi linee.

Dividi i contenuti

Dato che la scrittura di un libro è importante sia per l’autore che per il lettore, è fondamentale dividere in sezioni il libro, con quelli che solitamente chiamiamo capitoli.

Capitoli

Fanno in modo che il lettore sappia quanto sia lungo il libro.

Immagini

In molti ebook, le illustrazioni sono tanto importanti quanto il contenuto scritto, pertanto assicurati di utilizzare immagini in HD, così se un lettore volesse stampare il libro le immagini non si sgraneranno e rimarranno perfette, dando l’idea che quell’ebook sia stato elaborato nel migliore dei modi.

Ricordati però del copyright per avere il permesso di utilizzare quelle immagini/illustrazioni.

Scadenze

Alcuni autori possono sfornare un libro all’anno, mentre altri impiegano dieci anni solo per delineare i propri personaggi, quindi, a meno che non lavori con un editore, non hai delle precise scadenze di cui tener conto.

4. Controllo e modifica

Sono in tanti a ignorare l’importanza dell’editing. Quando un autore scrive paragrafi su paragrafi e pagine su pagine, potrebbe fare errori di ortografia, lasciando un accento o una doppia oppure inserire un link o delle immagini in modo sbagliato, con la conseguenza di offrire un lavoro superficiale.

Lettura correlata:
Sfatati i 10 miti sulle landing page

Gli errori come questi interrompono la lettura di chi magari è abituato a un prodotto già modificato e controllato e che non ha voglia di leggere un contenuto del genere, ma cosa ancora più importante, questi errori ne risponderanno nei feedback che verranno lasciati, influenzando il giudizio dei potenziali lettori.

Esistono diversi livelli di editing, alcuni sono superficiali, altri più concreti, ma il trucco è sempre quello di trovare un editor che rispetti il tuo lavoro, invece di uno che vuole sempre avere l’ultima parola su tutto e se sei fortunato, puoi anche trovare quell’editor che ti darà ottimi consigli e critiche costruttive al fine di migliorarti sempre di più.

Al massimo, chiedi a un amico di leggere il tuo libro: chiunque può apportare delle modifiche.

5. Copertine e titolo

Il problema più grande che possa avere un autore alle prime armi è il fatto di non avere a disposizione un team che pubblicizzi il suo libro. La visibilità è una questione fondamentale, per cui, se sei un “novellino” avrai bisogno di tutto l’aiuto possibile.

Se hai del budget a disposizione, troverai molti cover designer freelance che creeranno una copertina per te tenendo conto di tutti quei fattori che servono per la buona riuscita del libro, come una copertina con immagini colorate e suggestive per i libri per bambini (anche per iPad).

Se invece preferisci farlo da solo, nel web troverai svariati consigli su come puoi impostare la tua copertina, insieme ad alcuni strumenti e tutorial anche su come utilizzare Photoshop.

Altrettanto importante è il titolo del tuo libro e, a meno che tu non sia un autore conosciuto, la maggior parte dei lettori che cerca un libro per passare il tempo mentre viaggia, non ti darà più di una chance se il titolo non attrae la sua attenzione, pertanto utilizza le giuste keyword per catturare l’attenzione dei lettori e segui alcune linee guida qui – qui ed ancora qui per farti un’idea del cosiddetto titolo “persuasivo”.

6. Formato

La pubblicazione cartacea trasforma ogni scritto in un libro, ma quando si tratta di ebook, è il formato con cui viene pubblicato a renderlo più o meno accessibile ai lettori.

Lettura correlata:
Come ho raggiunto i 5000 dipendenti

Quello più gettonato e sicuro è il PDF in quanto non richiede app particolari e può essere pubblicato su più piattaforme. Tuttavia, questo formato dispone di un testo statico per cui si avrà bisogno dello zoom per leggere il libro senza sforzarsi.

Un’altra alternativa è l’EPUB che permette di adattare la forma del testo a quella che di solito utilizzi sul tuo computer, ma puoi utilizzarlo solo se conosci l’XHTML, altrimenti esistono molti software in grado di convertire il tuo contenuto da vari formati come PDF, MOBI, LIT, LRF, DOC, HTML in EPUB.

Questo vuol dire che puoi utilizzare anche Microsoft Word o Open Office per scrivere il tuo lavoro che poi verrà convertito in EPUB una volta finito, oppure puoi servirti di software come Sigil che ti permetterà di scrivere il tuo libro nel formato EPUB anche se non conosci XHTML, in modo da farti tenere maggiormente sotto controllo il contenuto per le modifiche last-minute.

 

7. Pubblica il tuo libro

I metodi per la pubblicazione online cambiano ogni giorno per rendere più facile la loro esposizione agli occhi dei lettori. Puoi utilizzare Amazon.com o qualsiasi altro servizio online per la vendita di prodotti digitali; tieni presente però che essi utilizzeranno uno stralcio del tuo libro per inserirlo nel loro negozio online.

Oppure puoi creare un sito dedicato interamente al tuo libro, come hanno fatto molti autori e, se il costo per la creazione dell’ebook non è eccessivo, puoi considerare l’idea di regalarne alcune copie in modo da generare più traffico verso il tuo blog/sito e una volta diventato un autore affermato, potrai iniziare a determinare i prezzi per i tuoi libri futuri.

L'autore del post

Stefan Des

31 anni, Internet Marketer dal 2007, padre di una splendida bimba di 3 anni. Appassionato di tecniche di vendita, di marketing e di Kayaking. Conosciuto per i best seller della serie "Explosion" e per aver aiutato oltre 7000 imprenditori ed aziende ad aumentare i profitti dei loro Business Online.

Lascia un commento