Produttività

Non c’è internet? Nessun problema: 12 consigli per essere produttivo anche da offline

Ci siamo passati tutti: lavori a casa e di colpo la connessione WiFi sparisce, oppure stai per entrare in metropolitana o per prendere un aereo, hai dimenticato il tuo libro e ora non sai cosa fare.

Oppure magari sei in ufficio, completamente preso per un progetto e di punto in bianco… TUTTO SMETTE DI FUNZIONARE.

Tieni a freno il panico.

Che lo vogliamo ammettere o no, spesso ci sentiamo un po’… persi o nel panico quando non abbiamo più l’accesso a internet – specialmente quando non è previsto.

Siamo così abituati al nostro mondo iper-connesso al punto che separarci da una connessione ci può stressare molto… non ti sembra contro intuitivo?

Ma che tu ci creda o no, ci sono dei modi per essere produttivo anche senza Internet; indipendentemente dal fatto che tu sia a casa, in ufficio o in viaggio, esistono dei metodi per “vivere” anche senza connessione.

12 Metodi per essere produttivo anche senza Internet

1) Leggere articoli offline

La maggior parte delle volte, quando vogliamo leggere degli articoli, li cerchiamo online, ma ci sono molti metodi per leggerli senza la necessità di una connessione – ci vuole solo un po’ di preparazione in anticipo.

Pocket è la mia app preferita e gratuita per salvare tutti gli articoli in cui mi imbatto e che però non ho tempo di leggere: questo mi permette di guardarli più tardi, ad esempio, quando non ho internet.

Questa app ti permette, quindi, di salvare gli articoli, i video e le immagini dal tuo browser o da più di 1500 app come Twitter, Flipboard, Pulse e Zite.

Quando troverai del tempo per leggere, potrai aprire l’app e cercare quegli articoli che hai salvato per gustarteli quando vuoi, anche senza connessione.

L’app Newsstand, disponibile sia per iOS che per Android, non è male per scaricare i giornali e le riviste che poi potrai leggere quando non avrai più la disponibilità del WiFi.

Invece di salvare gli articoli individuali, salva le intere pubblicazioni e scarica nuovi contenuti appena vengono pubblicati quando non hai internet.

In altre parole, è un unico posto dove puoi mantenere tutte le tue iscrizioni, sia gratuite che a pagamento.

E, cosa più importante, gli RSS feed, le riviste e i giornali possono essere scaricati per poi leggerli più avanti, quando non avrai la connessione.

2) Ascoltare podcast offline

Quando hai il lusso di poter usufruire di una buona connessione e vuoi ascoltare un podcast, puoi sempre farlo in streaming, così non verranno immagazzinati nel tuo dispositivo.

Lettura correlata:
Le 10 bugie che la gente si dice per giustificare i loro troppi impegni

Tuttavia, se non hai una connessione a internet, puoi comunque ascoltare degli episodi di quei podcast: di nuovo, c’è bisogno di una piccola preparazione.

Sull’app dei Podcast della Apple (che puoi scaricare da iTunes se non è già sul tuo dispositivo iOS) puoi scaricare (o salvare) singoli episodi dei podcast che potrai ascoltare in seguito.

Pertanto, preparati tutti gli episodi che vuoi per poi gustarteli più avanti e, per salvarne uno, nella Podcast app devi: trovare l’episodio che ti interessa, cliccare sui tre puntini a destra del titolo e poi su “Save episode” nel menu che appare.

In questo modo inizierà il download che potrebbe richiedere anche qualche minuto per essere completato e, una volta fatto, potrai accedere al podcast da offline, sotto “My Podcast”.

podcast-app-save-episode

Se hai Android, ci sono altri piccoli modi diversi per ascoltare i podcast da online e offline, ad esempio, la mia app preferita è the Stitcher.

Qui infatti, in quella che loro chiamano “offline mode” puoi già ascoltare gli episodi scaricati senza una connessione a internet.

Puoi anche scaricare gli episodi individualmente, oppure puoi impostare l’app in modo che li scarichi automaticamente quando hai la connessione.

3) Fai l’esercizio del “brain dump” scritto

Potrebbe sembrare difficile trovare del tempo nelle nostre vite impegnatissime per fare degli esercizi creativi che sembrano essere qualcosa di “extra” – come quello di fare un brain dump.

Tuttavia nei momenti in cui internet non è lì a distrarti, potresti cogliere al volo l’occasione per scavare un po’ nel tuo subconscio e lasciare andare liberamente la tua creatività.

Cos’è esattamente questo brain dump, diresti tu? Ecco come funziona: apri un nuovo documento sul tuo computer, o apri un blocchetto, e inizia a scrivere qualsiasi cosa ti venga in mente.

Puoi anche fare un brain dump più focalizzato prendendo in esame un solo argomento e andando avanti con quello, oppure puoi farne un più generale in cui scrivi letteralmente qualsiasi cosa ti venga in mente e vedere dove ti porta.

Non preoccuparti se le tue idee sono tutte su quel foglio: il punto non è necessariamente quello di avere una struttura precisa.

Una volta raggiunto un buon punto, guarda ciò che hai scritto e vedi se puoi raggruppare i tuoi pensieri per categoria e tirare fuori le idee migliori.

Dopodiché, potrai iniziare a dare loro una priorità, compilando una lista delle cose da fare e pensando a chi potresti delegare per portarle a termine.

Lettura correlata:
6 modi intelligenti per essere produttivo e guadagnare 2.000€ al mese col tuo blog

4) Escogita degli argomenti di cui vale la pena parlare sul tuo blog per alcune settimane

Sebbene tu non riesca a fare delle ricerche tramite keyword senza una connessione a internet, è sempre un buon momento quello di fare mente locale e pensare a degli argomenti creativi per il tuo blog – le ricerche con le keyword puoi farle dopo.

Ti consiglio di iniziare con un argomento per poi svilupparlo fino a cambiarne l’oggetto, il termine e l’audience; puoi anche cambiare i formati per quel primo argomento.

(Così, magari, un titolo come “Guida definitiva sul Twitter Marketing” potrebbe facilmente diventare “L’ultima checklist sul Twitter Marketing“).

Puoi anche ideare degli argomenti elencando delle domande che i tuoi acquirenti potrebbero fare.

Se ti trovi in ufficio quando la connessione sparisce, puoi sempre fare un salto in quello del tuo team di vendita per chiedere lo quali sono le domande che i clienti fanno.

5) Interagisci con altri esseri umani

Che idea! Una delle cose migliori del non avere internet è quella di staccare gli occhi dal tuo computer, il tuo cellulare o da qualsiasi altro dispositivo per passare dell’ottimo tempo con le persone che ti circondano.

Naturalmente, il modo con cui interagisci con loro dipende interamente da dove ti trovi quando non hai internet.

Ad esempio, se ti trovi in metropolitana o in aereo, potresti non sentirti a tuo agio iniziando una conversazione con uno sconosciuto (sebbene io abbia fatto ottime chiacchierate con i miei “sconosciuti di viaggio”).

Se, invece, la connessione se ne va mentre sei a lavoro, perché non prendere al volo la possibilità di parlare con i tuoi colleghi?

Dopotutto, secondo il report del Gallup State of American Workplacele forti connessioni sociali in ufficio possono renderti più felice e più produttivo –  e possono anche farti appassionare maggiormente alla tua mansione.

Puoi anche trarre dei vantaggi da un supporto di sviluppo più professionale e avere migliori feedback.

Che tu passi il tempo per prendere un caffè con un tuo collega per divertimento o parli con qualcuno sull’ultima idea che ti è venuta in mente, una piccola interazione con un altro essere umano porterà sempre i suoi buoni frutti.

6) Organizza un meeting improvvisato

Ti è mai capitato che internet se ne vada quando sono ancora tutti in ufficio?

Lettura correlata:
5 Cose Ridicole riguardo la scrittura che funzionano davvero

Bene, se ti piace l’idea di interagire con altre persone, ma vuoi che il focus rimanga sul lavoro, allora potresti cogliere al volo l’occasione per riunire il tuo team per un brainstorm, per vedere a che punto passano i progetti…

…o per discutere di alcuni problemi che solitamente potresti non avere il tempo di analizzare.

7) Prenditi del tempo per il relax

Quando non hai internet…perché non utilizzare il tempo per una pausa e rilassarsi? Potrebbe non sembrare un ottimo uso del tempo, ora, ma è stato provato che fare un break incrementa la tua produttività futura.

Vedrai migliorate la tua vigilanza, la concentrazione e la velocità sul lavoro, rispetto a prima della pausa.

Fai una passeggiata, un riposino o prenditi un caffè con un collega, parlando di cose che non siano legate al lavoro.

Anche la meditazione è un ottimo metodo per staccare la spina: ti consiglio l’app gratuita Headspace (disponibile per iOS e Android) che ti guiderà per le basi della meditazione in soli dieci minuti.

8) Fai delle telefonate

Pensa alle chiamate che devi fare, ma a cui non hai avuto modo di dare la priorità: devi prenotare il parrucchiere? Un appuntamento dal dottore? Dal veterinario per il tuo cane?

Santo cielo…quand’è stata l’ultima volta che hai chiamato tua madre? 😀 Ecco, se la connessione se ne va, ma il tuo cellulare funziona, fai delle chiamate per risolvere alcune di queste cose lasciate in sospeso.

9) Fai una playlist

Molte persone ascoltano musica mentre lavorano perché li aiuta a concentrarsi.

E’ una strategia che funziona, in quanto, quando ascoltiamo musica che ci piace, la parte del nostro cervello chiamata nucleus accumbens si attiva e rilascia dopamina: quella sorta di piacere e motivazione chimiche.

In base a quanto ascolti musica, potresti non essere capace di ascoltare una determinata playlist quando sei offline – tuttavia, puoi idearne una anche senza connessione.

Se utilizzi iTunes e hai già scaricato della musica da cui vuoi selezionare dei brani, puoi creare una nuova playlist in ogni momento che tu sia o meno offline.

Se usi Spotify, la modalità offline è disponibile solo per gli iscritti premium, quindi se sei un iscritto potrai ascoltare la tua musica anche da offline – tuttavia dovrai connetterti almeno una volta ogni trenta giorni per mantenere le tue opzioni.

10) Gioca con Photoshop

Ogni marketer dovrebbe avere almeno un livello base nella conoscenza del design, il che non vuol dire essere degli esperti.

Lettura correlata:
16 modi per lavorare intelligentemente senza troppa fatica

Un marketer saggio investirebbe il proprio tempo nel migliorare la sua esperienza con le applicazioni dei software di cui ha bisogno per il suo attuale lavoro di design.

Tuttavia, le app come Photoshop (o Illustrator o InDesign) potrebbero spaventare, ma tutto sta nell’iniziare.

Se non hai una connessione a internet e sul tuo computer ci sono già questo tipo di applicazioni, potresti passare del tempo a vedere come funzionano.

Dei tutorial online su Photoshop ti saranno sicuramente di aiuto quando stai imparando, ma ci sono tantissime cose che puoi apprendere da solo – il che è facile una volta superata la paura e l’intimidazione davanti a un programma nuovo.

11) Scrivi delle note di ringraziamento

Quando sei scollegato, perché non usufruire del tempo per scrivere di tuo pugno dei ringraziamenti a quelle persone che hanno fatto la differenza? E’ un modo per distinguerti dall’ormai informale mondo digitale.

La cosa più difficile da fare in questi momenti è cercare di capire cosa scrivere, quindi butta giù una bozza che potrai ricopiare in bella quando ne avrai l’occasione.

12) Leggi un libro

Non potevo scrivere un post su come essere produttivi senza connessione senza inserire una sezione sulla lettura di un libro.

Sai già che la lettura di un testo è un ottimo stratagemma per imparare cose nuove ed essere più produttivo, basta solo trovare il tempo.

E una lettura profonda è diversa da una più superficiale che facciamo di solito quando leggiamo gli articoli online.

Secondo il TIME Magazine, “una lettura più profonda – lenta, intensa, ricca di dettagli e complessa dal punto di vista emozionale e morale – è un’esperienza diversa anche nella decodifica delle parole”.

Una lettura approfondita non richiede, francamente parlando, un libro convenzionale; la mancanza di hyperlink, ad esempio, libera il lettore dal prendere decisioni – dovrei cliccarci o no? – permettendogli di rimanere immerso nella lettura.

Quindi, che tu ti trovi in un aereo che non ha il WiFi o che la connessione sparisca improvvisamente, spendi quel tempo per una lettura approfondita, se hai un libro a portata di mano.

In quale altri modi sei produttivo senza internet? Condividilo con noi nei commenti!

L'autore del post

Stefan Des

31 anni, Internet Marketer dal 2007, padre di una splendida bimba di 3 anni. Appassionato di tecniche di vendita, di marketing e di Kayaking. Conosciuto per i best seller della serie "Explosion" e per aver aiutato oltre 7000 imprenditori ed aziende ad aumentare i profitti dei loro Business Online.

Lascia un commento