Brand Management

Come incrementare la brand advocacy e dimenticarsi della sensibilizzazione

brand advocacy

Un’efficace strategia di marketing dovrebbe, fra le altre cose, focalizzarsi sulla brand advocacy in quanto quest’ultima trasmette fiducia e fa in modo che il cliente porti a termine la vendita, a differenza della semplice sensibilizzazione del brand che fa aumentare le probabilità che il cliente svanisca nel nulla una volta chiusa la pagina del sito.

Se sei un fan di influencer marketingcontent marketingblogger outreach social media marketing, stai leggendo il post giusto, in quanto sono tutti modi di costruire la sensibilizzazione di un brand con la speranza di ottenere, prima o poi, dei clienti fedeli.

Dato che più della metà dei consumatori consulta contenuti scritti dagli utenti prima di prendere una decisione sull’acquisto, dovrai fare in modo di averne più che puoi in quanto nominare una sola volta un influencer non ti porterà granché.

L’obiettivo è quello di cercare delle persone che stiano dietro al tuo brand e che parlino di te con una passione tale da mostrare, nei propri post e nelle proprie conversazioni con i clienti, la fiducia che hanno in te.

Cos’è, quindi, la brand advocacy?

La brand advocacy è il lavoro che svolge una persona dietro ad un brand, cercando in tutti i modi di consigliarlo ad altri utenti: questa viene percepita da un follower come qualcosa di reale e autentico che trasmette fiducia.

La persona che la esercita è un Brand Advocate che non è molto lontano da un influencer, anzi spesso sono la stessa persona; a ogni modo un influencer può essere, ad esempio, un blogger che scrive del tuo brand esponendo il tuo business alla sua audience in modo tale da creare la sensibilizzazione che cerchi.

Un advocate rientra nei seguenti criteri:

  • Deve fare in modo che le sue raccomandazioni e i suoi consigli vengano considerati affidabili dai clienti
  • Deve essere realmente soddisfatto del tuo brand, cosa che lo motiverà a trasmettere la sua passione
  • La tua relazione con lui sarà a lungo termine
  • Un advocate include organicamente il tuo brand nei suoi contenuti e nelle sue conversazioni
  • Menziona il tuo brand continuamente
Lettura correlata:
9 modi per diventare una donna influente

Trasforma follower e clienti in brand advocate

Non è difficile riconoscere l’advocacy o chi sia davvero appassionato al tuo brand; il maggiore ostacolo sta solo nel portare le persone a cui piace il tuo brand ad amarlo.

Non è difficile come sembra, qualcuno avrà solo bisogno di una piccola spinta per prendere la giusta direzione.

Cerca coloro che già parlano del tuo brand attraverso uno strumento di monitoraggio; ringraziali per averlo fatto e offri loro un prodotto o un contenuto che riesca a far continuare questa sorta di passaparola.

Premia ogni citazione con un prodotto, uno sconto o una consulenza gratuita e ricordati di farli entrare nel giro del tuo brand perché una volta che si sentiranno parte di esso sarà più facile il passaggio di trasformazione da clienti ad advocate; per farlo manda loro un’email, aggiornali due volte a settimana informandoli su ogni sviluppo relativo al brand prima che lo sappiano tutti, dai loro l’opportunità di avere un peso nelle decisioni che prenderai e offrigli sconti o omaggi periodicamente.

L’advocacy non è una campagna pubblicitaria

Diversamente dal marketing condotto dagli influencer e dalla promozione del brand in maniera tradizionale, le strategie dell’advocacy non sono delle campagne pubblicitarie, ma un affare a lungo termine che non finirà mai.

Esistono molte piattaforme di marketing che hanno delle caratteristiche particolari che ti permettono di ottimizzare e organizzare i tuoi processi di advocacy, in modo da non farti sfuggire nessuno!

I consigli e le migliori dritte dell’advocacy

Aumenta i contenuti generati dagli utenti in quanto più dell’84% di essi influenza le decisioni d’acquisto

Lavora con gli advocate su un caso di studio, chiedi loro delle referenze e inserisci i loro tweet sulla tua homepage così, presentando il tuo brand sotto un’ottima luce, incrementerai lead e vendite.

  • Focalizzati sulle relazioni L’advocacy richiede tempo, quindi pensa a dare più che a ricevere e cerca di diventare un ottimo comunicatore.
  • Dai alle persone una ragione per amarti Sii trasparente e offri un prodotto o un servizio unico al mondo.
  • Aiuta a dar voce ai tuoi advocate e promuovili sui social del tuo brand

Anche loro stanno cercando di costruirsi un nome proprio come tu stai cercando di costruirne uno per il tuo brand. Puoi chiedergli anche di scrivere un contenuto per te che poi promuoverai sui social network.

Lettura correlata:
Come indurre le persone a credere nel tuo prodotto

Comunicare regolarmente con i tuoi advocate

Manda loro un’email due volte al mese, chiedi un feedback e delle opinioni riguardo i nuovi prodotti, aggiornali regolarmente, fornisci loro delle offerte speciali e ricorda che, qualora dovessi utilizzare anche uno dei consigli che ti forniscono, ringraziali con dei crediti!

newsletter

Chiedi ai tuoi advocate di cosa hanno bisogno e in che modo puoi aiutarli

E non in che modo loro possano aiutare te, così, se dovessi occasionalmente aver bisogno di un contenuto sarà lecito chiederlo.

Sii autentico e trasparente

Se dovessi prendere un abbaglio e fare un errore, non preoccuparti, basta ammetterlo. Se hai bisogno di innalzare i prezzi o di cambiare qualcosa, manda un’email prima di farlo in cui spiegherai le tue ragioni, in modo da non dare brutte – o inaspettate – sorprese ai tuoi advocate.

Personalmente, ho ricevuto un’email da uno dei miei brand preferiti in cui venivo informato che avrebbero innalzato i prezzi, ma che avrebbero anche inviato un’email di notifica una volta al mese per non sembrare furtivi; nella stessa email spiegavano come i prezzi fossero rimasti gli stessi per vent’anni e i motivi per cui ora hanno bisogno di un cambiamento per poter sopravvivere. Naturalmente è stato un gesto che ho apprezzato moltissimo in quanto hanno mostrato la loro trasparenza.

Fai delle promesse, ma non dimenticare di mantenerle

A tutti piace ricevere promesse ma, se non sei sicuro al 100% che il tuo brand possa mantenerle, non farle se non vuoi perdere sia tutto il lavoro che hai fatto, sia i tuoi advocate.

Ricorda che i clienti fedeli, specialmente gli advocate, non sono degli outsider ma un’estensione del tuo brand: mettere in pratica i consigli che ho elencato finora farà in modo di farli sentire parte integrante del tuo team!

Morale: tutto ruota attorno alla passione! L’advocacy, sia da parte del consumatore che da parte del marketer, è un modo di trasmettere la passione per il tuo brand. Se riesci a vedere le cose dal loro punto di vista e a comunicare con loro nella maniera sopracitata, riuscirai molto facilmente a convertire i tuoi clienti in advocate.

Lettura correlata:
7 idee per semplificare la tua vita online

L'autore del post

Stefan Des

31 anni, Internet Marketer dal 2007, padre di una splendida bimba di 3 anni. Appassionato di tecniche di vendita, di marketing e di Kayaking. Conosciuto per i best seller della serie "Explosion" e per aver aiutato oltre 7000 imprenditori ed aziende ad aumentare i profitti dei loro Business Online.

Lascia un commento