Email Marketing

Aweber Vs GetResponse: Quale dovresti scegliere?

Probabilmente hai già sentito molte volte che “i soldi si fanno con la lista”. Quindi, dovresti iniziare a costruire la tua lista dal primo giorno.

Ci sono diversi email marketing provider sul mercato. Tra di loro, AWeber e GetResponse sono due piuttosto popolari con prezzi abbordabili.

Alcuni dei miei studenti mi hanno chiesto: Aweber Vs GetResponse quale dovrei scegliere?

E’ difficile decidere. Sono entrambi due aziende molto affidabili anche se uno di loro si è comportata da birbantella a mio parere non molto tempo fa.

Ognuno di loro ha i suoi pro e i suoi contro.

La gente dibatte su Aweber e GetResponse da lungo tempo. Alcuni preferiscono Aweber, altri prediligono GetResponse.

Io ho esperienza con entrambi. Anche se a dir la verità di account sotto mano ne ho parecchi, non solo con queste due società.

Vorrei condividere I miei risultati con te in questo blog. Spero possa aiutarti a prendere la tua decisione.

L’esperienza con Aweber

Ho iniziato ad usare Aweber nel 2008. Ha un’interfaccia molto semplice e diretta. Penso che sia perché Aweber è uno degli email marketing software piu vecchi. In più oggi ti permette anche di importare la tua lista di iscritti.

Quando iniziai ad usarlo io, questo non era permesso, e dovendo gli iscritti ri-verificare il proprio indirizzo, mi ritrovai con la lista tagliata del 70%. Un disastro.. 🙂

Ora però questi problemi non esistono più, e se hai degli iscritti (ovvero persone che hanno espressamente deciso di ricevere le tue email) puoi importarli senza problemi.

L’esperienza con GetResponse

Nel 2010 ho iniziato ad usare GetResponse, avevo già diversi business online e volevo testare qualcos’altro sul mercato.

E’ simile ad Aweber ma alcune caratteristiche interessanti che mancano a quest’ultimo. Sebbene GetResponse sia un po’ più complesso quando si inizia ad utilizzarlo, diventa abbastanza intuitivo una volta che si è diventati familiari con le sue condizioni e l’interfaccia.

Puoi importare le tue liste di email senza mandare per forza un’email di conferma. Questo è un vantaggio per i piccoli business, ma come dicevo prima, questa è stata una feature veramente molto molto sfruttata da alcuni spammer americani.

Lettura correlata:
1000 iscritti con 3 ore di lavoro al giorno

Non parlo di spammer tipo viagra o porno, ma quegli spammer che scaricano in qualche modo dei database email dal web e inviano all’impazzata 10 email al giorno, senza alcuna pietà 🙂

Pensando all’importanza del brand Get Response, avrei apprezzato se avesse bloccato questa pubblicità “ingannevole” su siti come per esempio Warrior Forum o JVZoo.

La verità è che nella maggior parte dei casi, è davvero difficile seguire una newsletter che invia dai server di Get Response, perché ahimè a mio parere questi spammer hanno rovinato la reputazione con gli email provider.

Perfino Gmail che difficilmente si sbaglia, riconosce come spammer tutte le email che ricevo da Getresponse.

L’email Deliverability è una cosa molto importante, la più importante la fuori per un autoresponder e se questa cosa fosse continuata, mi sarei davvero preoccupato…

Ma ho una buona notizia.

Sembra che i ragazzi di Get Response siano intervenuti finalmente sulla faccenda e credo che d’ora in poi faranno più attenzione a questa serie di “clienti birbanti”. 🙂

Ma vorrei soffermarmi su come ho scoperto queste problematiche che vanno OLTRE all’interfaccia, al prezzo e a qualsiasi altra cosa tu stia badando.

Mandando una email alla mia lista ho notato che il mio tasso di rifiuto con GetResponse era circa del 20%. E’ una cifra davvero alta!

Una percentuale standard di un buon autoresponder deve aggirarsi sullo 0,5%.

Ho contattato il team di support di GetResponse e hanno detto di avere dei problemi nella consegna ad indirizzi Hotmail. Tuttavia, in Italia devi sapere che trovi mercati in cui anche 1/4 delle persone usa le email Microsoft e Libero…

Mandando un’altra email con AWeber alla stessa lista ho avuto l’1% di bounce. Cercando su Google ho scoperto che anche altra gente si lamentava dell’alto tasso di bounce di GetResponse.

 

Aweber a vita?

No. Sebbene nel tempo AWeber abbia mantenuto un’ottima deliverability, negli ultimi 3 anni non è cambiato/aggiunto praticamente nulla.

Ed è qui che interviene alla grande Get Response.

Qui sotto vedi un’anteprima della feature più geniale mai creata fino ad ora da un software email marketing. Si chiama “Perfect Timing“.

Lettura correlata:
Come creare una squeeze page più sexy di Belen

get response

Infatti questa funzionalità deduce automaticamente quale sia il miglior momento per inviare una email, basandosi sul comportamento (aperture, click) del singolo iscritto.

Il Perfect Timing quindi evita il mass mailing e invia solo percependo quale sia l’orario perfetto per far si che l’utente legga la tua email. Strepitoso no??

Aweber vs GetResponse, quale dovresti scegliere quindi?

Se vuoi semplicemente sceglierne uno, la mia raccomandazione è Aweber o meglio ancora, MailChimp il quale (se ti basi sui numeri) ha 10 volte i clienti di AWeber.

Ma GetResponse continua ad innovarsi e sinceramente apprezzo che abbiano tradotto il pannello di controllo in italiano, molte grandi aziende non percepisce questa necessità, e sinceramente neanch’io nei miei business internazionali ho mai offerto la lingua italiana o qualsiasi altra oltre all’inglese.

Quindi, GetResponse rimarrà sicuramente nel mio radar, perché sai… consegnare correttamente la maggior parte delle email è la cosa più importante per un autoresponder, ma la tecnologia va avanti e bisogna anche andare incontro a delle intelligenze più raffinate come sta facendo esattamente GetResponse.

Non ho testato recentemente GetResponse e non posso dire se abbiano risolto queste grosse problematiche anche se ho letto diversi interventi su forum.

So già che molti miei iscritti e seguaci hanno scelto GetResponse perché in lingua italiana e li capisco perfettamente! Ma non è questa la cosa importante.

Se dovessi avere anche tu problemi con la lingua inglese usa pure Get Response è sicuramente il migliore là fuori ma tieni d’occhio il tasso di aperture e di click. Se sono decisamente bassi, valuta se andare da un’altra parte.

Fammi sapere nei commenti se hai avuto esperienze con questi software, mi farebbe davvero piacere leggerti!

L'autore del post

Stefan Des

31 anni, Internet Marketer dal 2007, padre di una splendida bimba di 3 anni. Appassionato di tecniche di vendita, di marketing e di Kayaking. Conosciuto per i best seller della serie "Explosion" e per aver aiutato oltre 7000 imprenditori ed aziende ad aumentare i profitti dei loro Business Online.

Lascia un commento

1 commento

  • Personalmente uso Get Response da oltre un anno e non ho mai avuto problemi di quel tipo. Inoltre, il “Perfect Time” è fantastico 🙂