Advertising

Alternative a Facebook Ads per far crescere la tua attività online

Se hai aperto questo articolo probabilmente conosci già il mondo delle Ads, ma vorresti saperne di più.

In molti, per far crescere la propria attività, come prima scelta si affidano a Facebook Ads.

Tuttavia, non è l’unica piattaforma pubblicitaria sul mercato, e spesso capita di non riuscire a distinguere quello più adatto per le nostre esigenze.

Per questo motivo, di seguito ti parlo di tre alternative a Facebook Ads.

Cos’è Facebook Ads?

Per conoscere le alternative a Facebook Ads, è necessario prima sapere cos’è.

Si tratta di una piattaforma attraverso la quale è possibile creare, pubblicare, gestire e sponsorizzare le proprie inserzioni su Facebook.

Nel 2014, Facebook ha consentito la pubblicazione degli annunci nei feed di notizie degli utenti, iniziando così una nuova crescita nel settore della pubblicità sui social media, proponendo al mondo le Facebook Ads.

Ma perchè si tratta di una piattaforma che nel tempo è diventata così importante nel mondo degli annunci?

Una parte fondamentale del suo successo è stata la sua popolarità.

Ad oggi si registrano più di 2 miliardi di utenti attivi ogni mese, numero che puoi vedere anche nella seguente immagine :

alternative a Facebook Ads: statistiche 2019

Un altro punto di forza di Facebook Ads è la possibilità di targettizzare gli utenti e mandare loro annunci sempre inerenti ai loro interessi e alla loro età.

Con la possibilità di selezionare il pubblico a cui sei interessato rivolgerti, infatti, potrai creare annunci mirati e più efficaci. 

Questo grazie ai dati che gli utenti compilano su Facebook quando si iscrivono per la prima volta.

Le aziende possono utilizzare diversi tipi di annunci; vediamone nel dettaglio alcuni per capire le loro potenzialità:

Storie sponsorizzate

Sono contenuti creati dall’interazione del consumatore con un marchio.

Le storie sponsorizzate funzionano in modo simile alle storie organiche, in cui solo coloro che seguono il marchio/azienda su Facebook possono vedere l’annuncio.

Grazie a questo strumento le aziende possono adattare il proprio pubblico di destinazione in base all’età, al sesso e alla posizione.

Questo aiuterà loro a raggiungere sempre il target desiderato.

Annunci sponsorizzati

Gli esperti di marketing di solito creano gli annunci, controllandone il contenuto e il pubblico. 

Lettura correlata:
Come condurre ricerche di mercato di qualità

In questo modo infatti, riescono ad  ottimizzare al massimo il rendimento delle proprie campagne.

Post sponsorizzati

Sono post che gli imprenditori o le aziende pagano per trasformarli in annunci temporanei.

Se sei interessato a sapere come usare questa piattaforma allora leggi anche: 6 strumenti di Facebook Ads che potrebbero migliorare il tuo business

Un altro grande vantaggio nell’utilizzo di Facebook Ads è che non si deve essere per forza degli esperti per iniziare a fare pubblicità su questa piattaforma.

È possibile creare e pubblicare campagne attraverso strumenti semplici e poter monitorare le proprie prestazioni, grazie ai report.

Si può anche impostare un budget giornaliero o per un determinato periodo di tempo da non sforare e attraverso questo non spenderai più di quanto tu non voglia.

Le alternative a Facebook Ads

Come ho già scritto, però, Facebook non è l’unico strumento per promuovere la propria attività.

Ci sono infatti molti altri software e piattaforme alternative a Facebook Ads capaci di produrre ottimi risultati, eccone alcuni esempi di seguito:

Youtube Ads

alternative a Facebook Ads : Youtube Ads

Quali sono i vantaggi della pubblicità su YouTube, come una delle alternative a Facebook Ads?

Con YouTube Ads avrai l’opportunità di pagare solo quando gli utenti guardano l’annuncio video, se sceglie di visualizzarne almeno 30 secondi o fa clic sull’annuncio.

Anche per questo motivo si ha la possibilità di mostrare l’annuncio solo agli utenti che probabilmente sono interessati a ciò che offri.

Inoltre si possono ricevere informazioni su come gli utenti reagiscono ai tuoi annunci video, in modo da conoscerne il rendimento e sapere come migliorarli.

Sempre più aziende di piccole e medie dimensioni portano la loro pubblicità su YouTube.

Ci sono vari vantaggi nell’utilizzare la pubblicità su YouTube, ognuno dei quali ruota attorno al vantaggio più importante: un enorme pubblico.

Gli annunci di YouTube hanno l’opportunità di apparire su una piattaforma che vanta 1,5 miliardi di spettatori mensili.

Si suddividono in diversi tipi:

Annunci video TrueView In-Stream

Questi annunci si trovano nelle pagine di visualizzazione di YouTube, nei video dei siti partner e nelle app.

Non possono durare più di tre minuti e hanno l’opzione “Salta annuncio” dopo circa cinque secondi. 

Lettura correlata:
Consigli per gestire Ad Fatigue su Facebook

Gli annunci TrueView In-stream possono essere riprodotti prima, durante e dopo i video.

Annunci di rilevamento video TrueView

Visualizzati come immagini in miniatura, questi annunci vengono visti nella parte alta dei risultati di ricerca dei video e nella home page mobile di YouTube.

Questo formato è ottimo per la considerazione del prodotto e del marchio.

Bumper Ads

Questo formato dura meno di sei secondi.

Gli annunci Bumper vengono visualizzati su video di YouTube, video su siti partner e app sulla Rete Display di Google.

Annunci video non ignorabili

Il formato meno popolare è quello degli annunci non ignorabili.

Prima che gli utenti possano visualizzare un video, devono guardare l’annuncio non ignorabile per l’intera durata di 15-20 secondi.

Tuttavia, se creati in modo univoco e accattivante, questi annunci possono essere molto utili quando si desidera garantire che gli spettatori ricevano il tuo messaggio dall’inizio alla fine.

Annunci in overlay

Gli annunci in questo formato possono essere semplici come un testo  o più complessi come un’immagine completa di logo e slogan.

Vengono visualizzati come un piccolo banner nella parte inferiore di uno schermo con l’opzione per chiudere l’annuncio o fare clic su di esso per essere indirizzati al proprio sito Web.

Gli spettatori possono ancora guardare i loro video, poiché questi annunci sono molto discreti.

Cards e Cards sponsorizzate

Vengono visualizzate mentre il video scelto dallo spettatore continua a essere riprodotto in background. 

Le Cards appaiono come piccoli pulsanti interattivi di invito all’azione che si espandono solo quando si fa clic.

Le Cards sponsorizzate sono ancora meno intrusive, visualizzate semplicemente come una piccola icona informativa nell’angolo in alto a destra dello schermo video.

Se vuoi saperne di più sulle Youtube Ads, allora leggi questo articolo:  YouTube Ads: quello che devi sapere, che contiene anche alcuni consigli utili sul suo utilizzo.

Google Display Ad

alternative a Facebook Ads: Google display Ads

Google Display Ads è una piattaforma tra quelle alternative a Facebook Ads che, permette attraverso gli annunci di promuovere la propria attività online.

È possibile creare una propria campagna in modo personalizzato: si possono utilizzare testi o decidere di unirli a immagini per mettere in mostra ciò che hai da offrire.

Lettura correlata:
Perché il tuo traffico di AdWords non si trasforma in clienti?

Si possono anche raggiungere i clienti giusti, attraverso gli approfondimenti sugli interessi che il software usa o i dati demografici a disposizione.

Per essere una delle alternative a Facebook Ads, ha anche alcuni punti in comune con quest’ultima come la possibilità di impostare un budget, e di pagare in base ai risultati: solo quando un cliente fa clic sul tuo annuncio.

Le campagne di Google Display hanno un’ampia copertura e aiutano a promuovere il proprio brand, aumentare le vendite, trovare più lead, ed aumentare la notorietà del proprio marchio.

Tramite le opzioni di ottimizzazione che questo software offre (come le località, le parole chiave o il remarketing) è possibile raggiungere il pubblico giusto.

Quora Ads

alternative a Facebook Ads: Quora ads

Quora è simile ad una grande enciclopedia, nella quale è possibile fare domande sui più svariati argomenti e trovare le risposte che i professionisti nel settore sono disposti a condividere.

Nonostante per adesso sia un sito principalmente sviluppato per la lingua inglese, si sta rapidamente espandendo anche all’italiano, ed è sempre più utilizzato in Italia.

Anche all’interno di questa piattaforma è possibile avviare una propria campagna pubblicitaria: usando Quora Ads.

Anch’essa come le altre alternative a Facebook Ads, consente alcune “capacità” di base.

Tra esse il raggiungere un pubblico personalizzato in base ai dati che si forniscono e la possibilità di monitorizzazione e analisi e ottimizzazione delle prestazioni della campagna. 

Quindi, cosa offre concretamente Quora Ads?

Prima di tutto, un’interfaccia self-service piuttosto intuitiva e facile da usare.

Una particolarità di questo software è data proprio dagli utenti che lo visitano: puoi raggiungere direttamente le persone che stanno già cercando risposte relative alla tua attività o al tuo settore.

Quora vanta un pubblico mondiale di 300 milioni di utenti mensili,e tra questi c’è un elevato numero di professionisti che mostrano un alto interesse sui vari argomenti.

Conclusione

Per chi lavora o ha a che fare con il mondo della pubblicità digitale, capita spesso di non saper decidere a quali piattaforme per gli annunci affidarsi.

Quella di Facebook Ads è forse la più conosciuta, ma esistono delle altre da poter usare?

Lettura correlata:
Come dirigere più traffico sul tuo sito con i Facebook Ads

In questo articolo ti ho proposto 3 valide alternative a Facebook Ads:

  • Youtube Ads
  • Google Display Ads
  • Quora Ads

Se ti interessa approfondire di più questo argomento e molti altri sul marketing digitale, Clicca Qui e scarica la checklist gratuita di Diventa un Marketer.

Al suo interno troverai i 6 strumenti indispensabili per avviare un’attività online di successo, anche per chi parte da zero.

L'autore del post

Valeria Chiaramonte

Studentessa universitaria in economia aziendale, amante della musica e della chitarra elettrica con una grande passione per tutto ciò che comprende il marketing digitale.

Lascia un commento