Brand Management Comunicazione Imprenditoria Internet Lifestyle

10 Step per affrontare le critiche

La critica può essere difficile da gestire, soprattutto per gli imprenditori. Voglio offrirti quindi alcuni consigli per affrontare queste critiche al meglio.

Ho notato durante la mia carriera che gli imprenditori spesso rispondono negativamente alle critiche. Ci sono una serie di ragioni per questo. Forse proviamo a nascondere le nostre insicurezze e la mancanza di conoscenza, soprattutto se siamo inesperti.

Possiamo percepire il messaggio solo negativamente. Possiamo fallire nel riuscire a essere coinvolti nei processi meravigliosi del pensiero di cui siamo stati dotati. Oppure possiamo semplicemente essere troppo pigri per prendere in considerazione le critiche costruttive.

Ironia della sorte, proviamo ad inserire gli stessi imprenditori in una sala conferenze e questi non hanno alcun problema a criticare il vostro progetto. Per testare la vostra sensibilità alla critica, chiedetevi in che modo siete stati ricettivi alle critiche del vostro pubblico durante l’ultimo lancio del vostro prodotto.

Non ho intenzione di dirvi che gestire le critiche sia facile, al contrario. Gli imprenditori sono convinti che il loro modo di pensare sia l’unico. Ho visto fin troppo spesso nella mia famiglia il momento in cui una discussione traimprenditori diventa una controversia. Tuttavia, non deve essere così.

Seguite questi 10 step per avere un controllo maggiore sulle critiche a voi indirizzate, indesiderate e non richieste.

Step 1: Considerare la possibilità di aver torto

E’ veramente un male avere molte colpe, ma è un male ancor peggiore averne in abbondanza e non essere disposti a riconoscerle, dato che questo sarebbe aggiungere l’ulteriore colpa di una illusione volontaria.” – Pascal

Prima di poter accettare e affrontare adeguatamente le critiche, dovete ammettere che c’è sempre spazio per migliorare e che non si è perfetti.

Solo chi è perfetto può ignorare tutte le critiche. Posso non conoscerti, ma so che non sei perfetto. Ciò significa che avete visto, e continuerete a vedere, la vostra giusta quota di critica, quindi per favore continuate a leggere. 😉

Pensate sbagliato prima di sbagliare.

Step 2: Considerare l’altro punto di vista

Attraverso le esperienze, otteniamo la saggezza. Dal momento che è impossibile sperimentare tutto ciò che la vita ha da offrire, considerate ogni persona come depositario di esperienze uniche e di lezioni acquisite che aspettano di essere estrapolate.

Lettura correlata:
8 lenti e faticosi step per diventare un milionario

Se non si comprende la critica, considerate la possibilità che le vicende vissute da colui o colei che critica possano aver donato a loro una saggezza a voi sconosciuta. Con l’atteggiamento giusto, il vostro punto di vista potrebbe essere cambiato in meglio.

Step 3: Considerare la fonte

E’ la natura umana a considerare denigratorie molte critiche.

Prima di arrivare a conclusioni, però, si dovrebbe considerare chi sta dando il “consiglio”. E’ facile fraintendere la natura del critico.

Gli imprenditori sono strutturati per riconoscere argomenti non validi, errori e cattive informazioni. E’ quello che fanno, quindi non si dovrebbe esser troppo sorpresi quando vi offrono i loro “consigli utili.”

Prestate attenzione alle critiche dai vostri amici e dalle persone care. Prima ancora di sprecare un secondo di tempo, cercate di riconoscere coloro che vi offriranno critiche non costruttive. Alcune persone, per loro natura, offrono consigli inutili o critiche.

E’ saggio riconoscere questo fatto e accettare che c’è poco che si può fare per cambiare il loro comportamento.

Separate coloro che segnalano da coloro che predicano.

Step 4: Ascoltare

E’ anche parte della natura umana respingere le critiche e lasciarle entrare da un orecchio ed farle uscire dall’altro.

E’ molto più facile che dover cercare di capire l’elemento “critico” puntualizzato. Ascoltate o leggete attentamente il commento contenente la critica.

Spesso io devo rileggere un paragrafo prima di capire il punto che si cerca di trasmettere. “Ascoltate” ben oltre le vostre orecchie. Informazioni importanti possono derivare dal tono delle parole e dal linguaggio del corpo della persona che critica.

Ed è molto più difficile della comunicazione verbale. Bisogna ascoltare e reagire rapidamente pensando in fretta, e ciò si può fare solo quando si dà all’interlocutore la vostra attenzione piena e totale.

Ascoltate anche con il vostro stomaco. Vi avvertirà quando la critica ha toccato un nervo scoperto.

Step 5: Non reagire emotivamente

Contro la critica un uomo non può né protestare né difendersi, egli deve agire a dispetto di essa, e poi essa gradualmente, si arrenderà a lui.” –  von Goethe

Lettura correlata:
[Internet Marketer] Come far crescere il tuo Personal Brand (4 piattaforme)

Indipendentemente dal fatto che la critica è valida, un atteggiamento difensivo è poco professionale e irresponsabile.

Potrebbero non piacervi i “consigli utili” a voi diretti. Noi tutti troppo spesso vogliamo reagire alle critiche con un atteggiamento difensivo istintivo o con un attacco verbale alla persona che critica.

Scagliarsi con una reazione emotiva rabbiosa del tipo “Sei un buffone incapace” può aiutare a sentirsi meglio, ma non è saggio.

Le reazioni difensive, rabbiose, emotive si rimpiangono quasi sempre in seguito, quando la foga del momento è passata. Dopo tutto, i professionisti che sono sicuri delle proprie capacità lasciano parlare il proprio lavoro in loro vece.

C’è un motivo per cui i vostri genitori vi hanno detto di contare fino a 10 prima di reagire. Il tempo ci permette di impegnare il cervello e reagire razionalmente invece che emotivamente.

Riflettete, ma non deviate.

Step 6: Eliminare le critiche denigratorie

Se mi preoccupo di ascoltare ogni critica, per non parlare dell’agire su di esse, allora questo affare si può anche chiudere per tutte le altre imprese. Ho imparato a fare del mio meglio, e se il risultato finale è buono, allora non mi interessa alcuna critica, ma se il risultato finale non è buono, allora anche l’elogio di dieci angeli non farebbe la differenza.“- Lincoln

Ci sono due tipi fondamentali di critica, costruttiva e denigratoria. Prima di poter rispondere correttamente alle critiche, è necessario separare le critiche meritevoli dalle critiche senza alcun valore. Solo le affermazioni chiaramente malevoli dovrebbero andare nel cestino “denigratorio” di questo step.

Le critiche da parte di questi tipi caratteriali si possono quasi sempre mettere nel cestino “denigratorio”:

  • Chi fa solo supposizioni dopo ogni evento
  • Chi non è mai responsabile, ma offre comunque consigli “utili”
  • Chi trae in inganno con una bufera di parole senza senso
  • Chi offre soluzioni che sono più complesse di un meccanismo di Goldberg
  • Chi critica i comportamenti eccentrici al di fuori della “norma”
  • Chi è il pessimista eterno
  • Chi sottolinea l’ovvio
  • Colui che dice fatti irrilevanti e fantasiosi
  • Chi intenzionalmente cerca di fare del male attraverso la critica
  • Chi ribadisce le critiche già espresse, solitamente in un forum
  • Chi offre soluzioni ridicole
  • Chi ti indirizza sempre nella direzione sbagliata
Lettura correlata:
Le 4 (più grandi) bugie sull'Infobusiness

Distinguete la personalità dal personaggio.

Step 7: Riconoscere la critica costruttiva

Non è così facile riconoscere affermazioni critiche costruttive su voi o il vostro lavoro come si potrebbe pensare. La comunicazione è complessa, e le vostre sensazioni e pregiudizi lavorano contro la corretta decifrazione del messaggio.

6 tipi di messaggi che possono essere una critica costruttiva.

Tabella A

Tipo messaggio Fonte Messaggio inviato Messaggio ricevuto Messaggio riconosciuto
Consiglio Amico Forse non dovresti andare al buffet Tu mangi troppo Si
Commento Collega Ho bisogno di un partner per allenarmi. Esercitarsi è più salutare che starsene a casa Hai bisogno di trasformare quel grasso in muscoli No
Correttivo Parente Niente spuntini mentre si guarda la TV Diventerai pigro e grasso. Si
Critica Persona amata Dovresti dimagrire un pò Hai bisogno di perdere molto peso Si
Reazione Supervisore Dovresti interagire meglio con i tuoi colleghi Sei escluso perché sei grasso No
Avvertimento Medico Se non perde peso, aumenterà il rischio di attacco cardiaco e diabete di 2° Tipo. Non si preoccupi, le rimangono ancora alcuni anni di vita. No

Come si può constatare, il messaggio intenzionale può essere diverso dal messaggio ricevuto. La critica costruttiva o c’è o non c’è nell’occhio dell’osservatore.

Se non sapete riconoscere la critica costruttiva per ciò che è, molto probabilmente la scarterete.

Step 8: Riconoscere e accettare la verità

Ogni verità passa attraverso tre fasi prima di essere riconosciuta. Nella prima viene ridicolizzata, nella seconda viene ostacolata, nella terza viene considerata chiaramente palese.” – Schopenhauer

Si può riconoscere correttamente una critica costruttiva, ma senza riconoscere e accettare la verità nel messaggio sarà quasi certamente ignorata. A volte la verità fa male, ma ciò non la rende necessariamente infamante.

Concedete la dolorosa verità prima che la verità diventi dolorosa.

Step 9: Azione sulla critica costruttiva

Se seguite le fasi precedenti, ma non agite, avete sprecato un’occasione e si potrebbe essere in rotta di collisione con un disastro. Potrebbe essere necessario ingoiare il proprio orgoglio e modificare i propri piani.

Lettura correlata:
I 10 libri intramontabili che ogni leader dovrebbe leggere per persuadere i cuori e le menti

Sì, è vero; anche i migliori di noi sbagliano a volte e ci vogliono persone mature che si sentano a proprio agio per ammettere di sbagliare.

Agite ma non reagite.

Step 10: Imparare dalle critiche

Non badate alle critiche. Se la critica non è vera, non tenetene conto; se è ingiusta, evitate l’irritazione; se è carente, sorridete; se è giustificata, non è una critica, imparate da essa.” – Anonimo

Tutti possiamo imparare dalle critiche, anche quando non sono ben intenzionate. Potreste non essere in grado di utilizzare le critiche costruttive per cambiare il lavoro che è già stato completato, ma lo si può certamente utilizzare in futuro.

La prossima volta che si pone una situazione simile è possibile evitare il comportamento che generò la critica precedente.

Imparare da una critica è meglio che imparare da un fallimento.

La cosa importante

La critica può non essere piacevole, ma è necessaria. Compie la stessa funzione del dolore nel corpo umano. Richiama l’attenzione su uno stato malsano delle cose.” – Churchill

E’ importante imparare a muoversi al meglio e reagire alle critiche.

Assicuratevi che le vostre parole non richieste siano utili prima di utilizzare la zona del cervello legata al linguaggio e considerate con attenzione, prima di parlare, il modo in cui verrà recepito il messaggio. Una critica ambigua o poco chiara non viene quasi mai accettata positivamente.

Il fallimento nel reagire correttamente a una critica costruttiva può costare caro.

Tutte gli step sono importanti, ma nel momento in cui un imprenditore o un manager non riesce a considerare la possibilità che la loro linea d’azione potrebbe essere sbagliata (Step 1), le restanti nove fasi diventano discutibili.

Rispondere alle critiche in modo professionale ridurrà la possibilità di eventuali sentimenti feriti tra voi ed i vostri seguaci e colleghi. La critica può essere una pillola amara da ingoiare, ma necessaria per la crescita al di là della propria concezione di sé stessi.

Un mondo senza critiche potrebbe essere più comodo, ma sarebbe anche meno appagante e molto più pericoloso.

L'autore del post

Stefan Des

31 anni, Internet Marketer dal 2007, padre di una splendida bimba di 3 anni. Appassionato di tecniche di vendita, di marketing e di Kayaking. Conosciuto per i best seller della serie "Explosion" e per aver aiutato oltre 7000 imprenditori ed aziende ad aumentare i profitti dei loro Business Online.

Lascia un commento

7 commenti