Imprenditoria

7 regole sperimentate per commercializzare e far crescere il tuo business

business

Essere un vero imprenditore vuol dire trovare un modo per connettersi con lo spirito umano e fornire valore alle vite delle persone: può sembrare facile, ma difficilmente è un obiettivo che si raggiunge.

Nel suo settore, Jay Abraham è diventato una forza incredibile e il suo lavoro ha aiutato a generare miliardi di euro in centinaia di settori.

Abraham ha recentemente condiviso alcune delle sue lezioni che lui stesso ha imparato in più dei suoi trent’anni di business man, grazie alla sua crescita, al suo livello di esperienza e al suo essere, ora, un guru del marketing. Le sue osservazioni ti faranno pensare a come potrai utilizzare queste idee creative nel tuo business.

1. Connettersi con la natura umana

“La psicologia umana ci rende delle creature prevedibili” dice Abraham. “Ciò che siamo, come persone, non cambierà e questo vuol dire che i metodi che utilizziamo per raggiungere le persone – e come commercializziamo con loro – sono duraturi e traducibili, anche se dovessimo cambiare gli strumenti che usiamo.”

“Questi metodi devono solo essere modificati, quindi se parli di come andrai a sviluppare il marketing via email o di come sfruttarlo sui social media, avrai una costruzione diversa dello stesso argomento.”

Le persone tengono conto dei benefici che tu puoi dare loro, in che modo riesci a soddisfare i loro desideri e raggiungere i loro obiettivi e come le loro paure, i loro problemi e le loro difficoltà possono essere superate. Secondo Abraham:

“Bisogna essere capaci di tradurre a parole i sentimenti, i desideri o le paure con cui hanno a che fare le persone e di cui non hanno mai preso atto.”

2. Attento al calo dell’attenzione

Abraham afferma che sebbene la natura umana sia una costante, l’attenzione non lo è, per cui diverse persone sono capaci di ascoltare per molto tempo – e il periodo in cui si nasce conta.

“Il periodo in cui sei nato, Baby Boomer, Gen Y o Gen Z è un indicatore di quanto riuscirai a rimanere focalizzato.”

Egli ha notato che le persone nate nell’era presente hanno un livello di attenzione molto ridotto, il che è sia bellissimo che terribile e Abraham ha scelto il lato positivo:

“E’ fantastico se riesci a capire che la chiave del cuore, della mente – e del portafogli – di ognuno di noi è determinata dal rendere chiaro che puoi fornire qualcosa che le persone veramente bramano.”

3. Guarda con occhio critico il tuo processo

Uno degli errori più grandi che un business possa fare è quello di cadere in uno sguardo critico per le strategie utilizzate nel commercializzare prodotti o servizi:

“La maggior parte delle persone finisce per seguire gli approcci che usano tutti gli altri perché non guardano oltre il loro settore”

Questo accade non perché la scelta sia la migliore, la più veloce o la più redditizia, ma perché prendono a modello ciò che fanno gli altri.

Lettura correlata:
10 Step per affrontare le critiche

Tuttavia, Abraham ha spiegato che se si introducono delle metodologie, degli approcci e delle strategie che possono andar bene in altri settori, ma che per te risultano nuove, potresti perdere dei potenziali clienti.

“La maggior parte delle persone non ha mai imparato a massimizzare i propri approcci di vendita, in quanto passano tutta la propria vita lavorativa a rimanere focalizzati sull’approccio di vendita che non hanno mai guardato con occhio critico.”

A volte anche un piccolo ritocco può portare a risultati significativi, infatti Abraham afferma che una volta ha aiutato un negozio di mobili a incrementare le proprie vendite semplicemente studiando come accogliere le persone:

“Abbiamo testato circa 30 modi diversi di accogliere le persone davanti all’ingresso e uno di questi metodi ha triplicato il numero dei clienti che acquistavano i prodotti e ha triplicato la mole delle vendite, oltre ad aver incrementato gli affari.”

4. Smettila con le scuse e diventa creativo

Non lasciare che un ostacolo apparentemente insormontabile blocchi il tuo business e non lo faccia progredire: sii creativo e prendi il toro per le corna!

Innanzitutto, molte aziende si lamentano di non poter prendere un prestito e di non aver abbastanza capitale da permettere una crescita, insomma non hanno denaro a sufficienza per portare a termine i propri obiettivi.

Il consiglio di Abraham è quello di cercare altre aziende che siano complementare, non competitive per creare una partnership in cui beneficeranno entrambe le parti, questo sempre se si sta cercando di espandere l’azienda e di aprire nuovi negozi.

“Cerca qualcuno con una grande azienda che non usa nella sua totalità e che abbia già i propri venditori e distributori nella tua zona e crea una partnership: quale azienda non sarebbe interessata a un guadagno ancillare, di incremento o inaspettato a patto che non comprometta il loro business principale?”

5. Sviluppa una strategia di preminenza

Il prossimo passo è quello di diventare preminente in ciò che fai, il che vuol dire assumere il ruolo di un fornitore affidabile:

“Dovrai avere un punto di vista alternativo che sia diverso da quello degli altri, in modo tale che tu non sia solo un prodotto; dovrai essere capace di distinguerti e essere un venditore di consigli, non di sole transazioni.”

Cosa più importante, dovrai essere capace di creare valore e aggiungere una differenza importante nelle vite e nelle esperienze dei tuoi clienti. Il consiglio di Abraham è:

“Ciò che ti renderà preminente è di innamorarti dei clienti che servi e vivere in un mondo dove vedi l’impatto che suscita il tuo lavoro.”

6. Diventa un imprenditore, non un proprietario

Dare un impatto importante e fornire valore ai tuoi clienti vuol dire voler fare la differenza, secondo Abraham:

“E’ anche la più grande differenza che c’è tra l’essere un imprenditore lungimirante e un proprietario di un business”

Molte persone non sono mai diventate degli imprenditori, ma dei comuni titolari di aziende o qualcuno che cerca di rispettare le basi standard di un business: non sono mai riusciti a sfondare.

“Un titolare cerca solo di fornire un buon prodotto, il suo obiettivo è quello di guadagnarsi da vivere. Un imprenditore è tale ancor prima di aprire un’attività, in quanto ha una visione: ‘Come posso migliorare questa situazione? Come posso renderlo così desiderabile che le persone non riusciranno a farne a meno?'”

7. Fatti un’ultima domanda

Infine dovrai avere confidenza a sufficienza per superare gli ostacoli che frenano tanti futuri imprenditori:

“Ovvero: ‘Sono degno di quell’obiettivo?’ che vuol dire, posso realmente portare questa piccola attività a un business stabile e in crescita? La mia ingenuità, la tenacia e le abilità di vendita riusciranno a farmi realizzare questo sogno?”

Quando riconosci ciò che sei riuscito a realizzare con tutte le tue forze, conoscendo gli strumenti a tua disposizione e quanto valore puoi dare, allora sarai sulla strada giusta e quando questo accade, Abraham dice:

“La tua domanda non sarà pi, ‘sono degno di questo obiettivo?’ ma, ‘questo obiettivo è degno di me?'”

L'autore del post

Stefan Des

31 anni, Internet Marketer dal 2007, padre di una splendida bimba di 3 anni. Appassionato di tecniche di vendita, di marketing e di Kayaking. Conosciuto per i best seller della serie "Explosion" e per aver aiutato oltre 7000 imprenditori ed aziende ad aumentare i profitti dei loro Business Online.

Lascia un commento